Beta version

A Natale trionfa lo spreco alimentare

27/12/2017 | Visioni
Tanti soldi spesi e molti vanno nella pattumiera

Le feste non sono ancora terminate ma già si fanno le prime stime di spesa. Le prime stime calcolano, per la cena della vigilia e il pranzo del 25 dicembre, un ammontare totale che oscilla tra i 2,5 e i 2, 9 miliardi con un incremento del 2,8% rispetto al 2016. In particolare, l’associazione dei consumatori stima che quasi il 20% degli acquisti alimentari nel periodo natalizio finirà in pattumiera.

Ogni famiglia, le parole di Rienzi, sprecherà quest'anno circa 24 euro tra cibi e bevande (in particolare pesce, latticini, dolciumi freschi, ma anche frutta e verdura) che, non potendo essere conservati, andranno a finire nella spazzatura. Ciò a causa di una tendenza ancora forte nel nostro Paese ad acquistare più del necessario, specie in occasione delle feste, quando le tavole vengono imbandite con ogni genere alimentare senza però tenere conto della reale capacità di consumo da parte dei commensali".

E' sempre più evidente come serva diffondere una corretta cultura alimentare tra gli italiani. “La legge Gadda contro gli sprechi ha fatto molto, ma ora e' necessario avviare una campagna informativa a tappeto in modo da raggiungere le famiglie e fornire loro indicazioni corrette per ridurre le eccedenze alimentari".