Beta version

Montasio, sempre più "rosa"

25/03/2019 | Visioni
Accompagnerà il giro d'Italia femminile.

Il Montasio, formaggio a pasta cotta e semidura, si presenta in quattro diverse stagionature: fresco, mezzano, stagionato e stravecchio, ciascuna con una particolare sfumatura di sapore. Le caratteristiche si evolvono con la stagionatura: il sapore, quando il formaggio invecchia, si trasforma. Dal gusto di latte delle forme più “giovani”, si passa via via a un sapore più deciso con note aromatiche di sapidità. E’ ad alto valore nutritivo e con una composizione equilibrata: 32-36% di acqua, 32-34% di lipidi, 24-26% di proteine. Grazie alla sua digeribilità è particolarmente indicato per i bambini e per gli anziani. Ed è, unico tra i top seller italiani, a forte connotazione ciclistica e femminile.

Il Montasio si tinge di rosa: porta i suoi sapori al Giro Rosa 2019, la  grande e affermata manifestazione ciclistica femminile in programma da 5 al 14 luglio 2019, accompagnarà il tour che attraverserà i paesaggi naturalistici e montani delle Alpi Giulie. Fra le tappe previste del Giro Rosa, il 13 luglio ci sarà anche l’Altopiano del Montasio (1600 metri) dove si trova la caratteristica e pittoresca Malga Montasio. Qui in quota, nasce il Montasio Dop  Prodotto della Montagna, formaggio fatto solo con latte crudo raccolto, lavorato e stagionato: un alimento naturale dal gusto unico, vero patrimonio culinario che sfida l’omologazione dei sapori.

Luogo perfetto anche per praticare trekking e dedicarsi a splendide escursioni nella natura, l’Altopiano del Montasio è la più grande area della Regione Friuli Venezia Giulia ad essere adibita all’alpeggio tanto che, nel periodo che va da giugno a metà settembre, ospita circa 250 animali di proprietà di 40 allevatori allocati in 25 diversi comuni friulani. La Malga offre inoltre una cucina casalinga forte dei più gustosi piatti tradizionali, quali il frico preparato con Montasio Dop e dolci tipici, e la possibilità di pernottare grazie alla presenza di cinque camere con vista sulle montagne. Una struttura che può far vivere l’esperienza dell’intera filiera: dal pascolo alla mungitura alla lavorazione dei formaggi in caseificio, fino alla vendita dei prodotti presso lo spaccio alimentare.