Beta version

Molise: prossimo un bando per l’agricoltura sociale

25/06/2012 | Realtà locali
Sono in fase di definizione, in Molise, le procedure per il progetto “Azioni sperimentali di agricoltura sociale”.

Sono in fase di definizione, in Molise, le procedure per il progetto “Azioni sperimentali di agricoltura sociale”, che prevede iniziative per il coinvolgimento delle aziende agricole in attività di servizio alle persone svantaggiate.

Parallelamente sono poi in via di finanziamento le iniziative riguardanti la misura “Ricorso ai servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali”. L’obiettivo è quello di favorire l’aumento dei tassi di occupazione nelle zone rurali. Per tali azioni sono coinvolte le misure: “Diversificazione verso attività non agricole” e “Sostegno alla creazione e allo sviluppo di microimprese”.

E’ poi in via di definizione un bando pubblico rivolto ai giovani in linea con il Piano Integrato Giovani Molise. Il bando ha l’obiettivo di rafforzare le azioni dedicate ai giovani, sostenendoli nella qualificazione professionale, nell’alta formazione e nei percorsi di apprendistato nel settore agricolo”.

E’ quanto fa sapere la Regione Molise a margine della relazione svolta dall’assessore all’Agricoltura, Angela Fusco Perrella, sui progetti in atto per i giovani e per l’innovazione tecnologica. Nella sua relazione, l’assessore Perrella ha evidenziato come con “la misura “Inserimento dei giovani in agricoltura” si sono finanziati fino ad oggi 127 progetti, mentre per la misura “Ammodernamento delle aziende agricole” sono stati finanziati 80 progetti.

Invece per la misura “Azioni nel campo della formazione professionale e dell’innovazione”, sono stati sostenuti 51 progetti ed in futuro ne verranno finanziati altri 500 progetti con una dotazione da poco disponibile. Il Presidente della Regione Molise, Angelo Michele Iorio, ricorda “come in passato, tra i vari buoni obiettivi conseguiti dai vari progetti legati ai giovani in agricoltura, c’è stato quello della misura “410-Insediamento giovani in agricoltura” che ha creato 579 nuovi insediamenti. Ci prefiggiamo per il futuro di continuare su questa strada e di cogliere nuovi obbiettivi nella consapevolezza che la crisi può essere superata solo facendo leva sugli elementi positivi del nostro territorio, della nostra produzione e delle tante professionalità dedite all’impresa agricola che abbiamo”.