Beta version

Modena: dal 1° aprile via a bandi sull’asse 3

29/03/2011 | Normativa
Nell’ambito del Programma rurale integrato provinciale (Prip) 2007-2013, oltre tre

MODENA - Nell’ambito del Programma rurale integrato provinciale (Prip) 2007-2013, oltre tre milioni di euro aggiuntivi per gli investimenti strutturali sono a disposizione dell’agricoltura modenese.

Oltre a tali risorse, la Provincia, a seguito di una rimodulazione finanziaria, ha aggiunto sempre per gli investimenti un milione e 200 mila euro, oltre a milione e 400 mila euro per la formazione e gli investimenti nel settore agroforestale. “Proponiamo di privilegiare il sostegno agli investimenti delle aziende in un momento così delicato e di transizione del settore – spiega Giandomenico Tomei, assessore provinciale all’Agricoltura. “Sulle misure dedicate agli investimenti, infatti, abbiamo il maggior numero di domande, per questo ci è sembrato opportuno, in accordo con le associazioni agricole, spostare risorse da altre misure i cui fabbisogni futuri appaiono già coperti, senza togliere quindi risorse da altri obiettivi di medio periodo che restano comunque fondamentali, come il sostegno al ricambio generazionale e l’agricoltura biologica, con quest’ultima che usufruisce anche di diverse altre fonti di finanziamento.

Nella proposta della Provincia vengono aumentate le risorse sull’asse 1, misura 111 (formazione), misura 114 (sostegno ai costi della consulenza agricola), misura 121 (contributi per investimenti in conto capitale) e sulla misura 122 (acquisto macchine forestali). Nel contempo vengono ridotte le misure su cui in questi anni sono rimaste risorse residue rispetto alle previsioni, come quelle dedicate al ricambio generazionale e ai costi di certificazione. Sull’asse 2 aumentano le risorse destinate alle imprese zootecniche che adottano miglioramenti per il benessere animale e i contributi per investimenti non produttivi (siepi e boschetti). Mentre sugli assi 1 e 2, relativi agli investimenti e formazione in agricoltura, la Provincia sta predisponendo una rimodulazione delle risorse per rispondere meglio alle nuove esigenze del settore, sull’asse 3, relativo alla diversificazione, partiranno dal 1 aprile i bandi che metteranno a disposizione delle imprese agricole e dei Comuni quasi sette milioni di euro. La domande devono esser presentate entro il 1 luglio ad Agrea esclusivamente con modalità elettronica (tramite un Centro di assistenza agricola) o mediante abilitazione all’accesso al sistema operativo di Agrea stessa.

Tutte le informazioni sulle modalità del bando sono disponibili nel sito www.agrimodena.it. Sempre sull’asse 3 dal 1 aprile partiranno i bandi anche sulla misura 321 (investimenti degli enti pubblici sui servizi essenziali all’economia e alla popolazione rurale), misura 322 (sviluppo e rinnovamento dei villaggi) e misura 331 (riservata agli enti di formazione) .

Nella nuova sede dell’assessorato provinciale Agricoltura (via Scaglia est 15, quarto piano) a Modena è attivo uno sportello informativo (per appuntamenti tel. 059-209866) sulle diverse possibilità di finanziamento.