Beta version

Mele, in Val Venosta raccolto molto positivo

28/12/2015 | Agricoltura
La produzione ha raggiunto le 360.000 tonnellate, cresce il biologico

La raccolta 2015 presenta risultati in linea con quelli dell'anno passato, con un totale di circa 360 mila tonnellateLe novità, invece, ci sono circa le percentuali di conferimento di mele rosse e gialle: si registra una diminuzione del 3% della Golden Delicious, a favore di un aumento del 7% di raccolto di Gala, Red Delicious e Pinova.

L’anno che sta per finire ha confermato l'importanza del prodotto biologico con una produzione di ben 27.000 tonnellate, la seconda raccolta più alta dopo quella del 2013; il bio Val Venosta è dunque circa l'8% della produzione.

Ma l’annata è stata formidabile anche per le verdure, con 2.550 tonnellate totali, e per fragole e ciliegie. Queste ultime hanno raddoppiato la produzione arrivando a 380 tonnellate, solo 10 in meno rispetto alle albicocche venostane.

Il clima e le particolari condizioni idro-geologiche nelle quali Mela Val Venosta si trova ad essere, la rendono un prodotto di altissima qualità apprezzato in Italia e nel mondo: il nostro Paese si conferma anche quest'anno come mercato principale, ma sempre più importanti sono anche i paesi scandinavi, i paesi della penisola iberica, la Germania e i mercati emergenti come Libia, Algeria ed Egitto.