Beta version

Maremma, parte il corso del Cai

18/04/2016 | Realtà locali
Al via il corso"Paesaggi della Maremma, la natura, la storia, l’archeologia, le bonifiche, le miniere, la geotermia"

Dal 21 al 25 aprile 2016 a Gavorrano (Grosseto) il Club alpino italiano promuove il XXVI corso nazionale di aggiornamento per insegnanti dal titolo "Paesaggi della Maremma, la natura, la storia, l’archeologia, le bonifiche, le miniere, la geotermia".

Al corso, riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione e ispirato anche alla dantesca figura di Pia de’ Tolomei, parteciperanno 60 docenti di scuola secondaria di 1° e 2° grado di diverse aree disciplinari provenienti da 17 regioni diverse.

Le lezioni frontali e le escursioni in ambiente previste dal programma si incentreranno sui temi della valorizzazione paesaggistica e culturale del territorio, analizzando i modelli di un differente sviluppo culturale, turistico e tecnologico visibili nel territorio del Parco Tecnologico e Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane e nel vicino Parco della Val di Cornia. Saranno inoltre veicolate ai partecipanti le proposte culturali e di conoscenza del CAI realizzate attraverso l’escursionismo e la frequentazione di una moderna rete sentieristica.

“La nostra iniziativa vuole far conoscere agli insegnanti la ricchezza del patrimonio non solo naturalistico, ma anche storico e culturale, di cui è ricca la Maremma”, afferma il responsabile del progetto CAI – Scuola Francesco Carrer. “I docenti vivranno un’esperienza di lettura sistemica del territorio che potranno poi utilizzare nelle rispettive programmazioni scolastiche”. 

I territori della Maremma eletti a parco costituiscono infatti un unicum di terre e paesaggi denso di elementi naturali, di trasformazioni e di una storia importante insediativa, archeologica e mineraria, dalle pianure costiere fino ai vulcani dell’entroterra.

Il corso è organizzato dal Comitato Scientifico Centrale del CAI, in collaborazione con il Gruppo Regionale CAI della Toscana e la Sezione CAI di Firenze.