Beta version

Liguria: attesa per il Forum della dieta mediterranea

14/04/2011 | Realtà locali
Conto alla rovescia per il Mediterranean Diet Forum, il simposio che la Camera di Commercio di Imperia sta organizzando per il 6 e 7 maggio nella città ligure.

IMPERIA - Conto alla rovescia per il Mediterranean Diet Forum, il simposio che la Camera di Commercio di Imperia sta organizzando per il 6 e 7 maggio nella città ligure insieme all'Azienda Speciale PromoImperia e all'Associazione Nazionale delle Città dell'Olio e rivolto a tutti i Paesi del Consiglio Oleicolo Internazionale che siano interessati e condividano i principi della dieta mediterranea come linee guida di applicazione quotidiana di corretta alimentazione.

L'occasione per la realizzazione di questo evento, supportato e patrocinato dallo stesso Consiglio Oleicolo Internazionale come manifestazione di alto rilievo scientifico e promozionale allo stesso tempo, è il riconoscimento – da parte del Comitato Intergovernativo dell’Unesco riunito a Nairobi a novembre 2010 - della dieta mediterranea come patrimonio culturale immateriale dell’umanità, la cui candidatura era stata a suo tempo presentata e sostenuta da quattro paesi che si affacciano sul Mediterraneo: Italia, Grecia, Spagna e Marocco. Saranno gli stessi Paesi, insieme ad altri facenti parte del panorama oleico internazionale che si stanno aggiungendo man mano, a riunirsi nella provincia del Ponente Ligure con il fine di creare gruppi di lavoro ad hoc identificati su diverse tematiche.

Ogni gruppo di lavoro - formato da rappresentanti dei vari enti che partecipano, le Camere di Commercio, le varie città dell’olio del Mediterraneo e le istituzioni - è chiamato a prendere in carico e a sviluppare nei seguenti sei mesi – la presentazione dei risultati è fissata per l'edizione autunnale di Olioliva 2011 a novembre – un paper specifico destinato ad ampia divulgazione sulla stampa nazionale e internazionale. A coordinare i gruppi di lavoro saranno i già noti Paesi proponenti la candidatura della dieta mediterranea come patrimonio Unesco, ovvero Italia, la Grecia, la Spagna e il Marocco. Molteplici e di varia natura sono le tematiche su cui si potranno sviluppare i papers: dalla dieta mediterranea patrimonio cultura immateriale dell’umanità dell'Unesco all'olio extravergine di oliva come alimento fondamentale della dieta mediterranea; i territori del cibo ovvero le città dell'olio del Mediterraneo e il valore paesaggistico di olivo e uliveto; la dieta mediterranea come strumento di marketing, l'alimentazione mediterranea come valore salutistico e la dieta mediterranea come elemento di educazione alimentare, o ancora una panoramica sull'olio d'oliva mediterraneo e i suoi paesaggi da tutelare, le sue conoscenze e le sue tradizioni da tramandare.

Sarà invece riservato alla stampa nazionale e internazionale il tavolo in cui si parlerà di dieta mediterranea e comunicazione. Ogni working group, dopo le aver definito contenuti e obiettivo del proprio paper, in fase di stesura potrà avvalersi della collaborazione dei massimi esperti sul tema scelto, ovvero tecnici, professionisti, autorità e università.

Autore: Alex Neumann