Beta version

Legge di stabilità 2016, cosa cambia per l'agricoltura

30/12/2015 | Agricoltura
Il provvedimento porta parecchie novità positive per tutto il settore primario

Con la legge di Stabilità 2016 la pressione fiscale sulle aziende agricole viene tagliata di oltre il 25%, passando dai 2.360 milioni di euro di quest'anno ai 1.760 milioni dell'anno prossimo. Ecco le principali misure di interesse agricolo della programmazione;

  • Spariscono Imu e Irap dai terreni agricoli; 600 milioni di euro di risparmio per le aziende agricole con l'eliminazione totale delle due imposte.
  • Aumento compensazione Iva per produzione latte e carne; oltre 50 milioni di euro per alzare subito la compensazione Iva sulla produzione di latte al 10% e sulle carni bovine e suine (rispettivamente al 7,7% e all'8%).
  • Credito d’imposta; esteso il credito d'imposta per gli investimenti produttivi anche all'agricoltura e alla pesca nelle aree del Mezzogiorno.
  • Contributi per le assunzioni in agricoltura; prevista l’estensione degli sgravi per le assunzioni a tempo indeterminato anche per il settore agricolo.
  • Cassa integrazione per la pesca; per la tutela del reddito dei pescatori e degli operatori ittici viene rifinanziata la cassa integrazione della pesca per 18 milioni per il 2016.
  • Assicurazioni contro le calamità; confermato il budget di 140 milioni in due anni a sostegno delle assicurazioni contro le calamità.
  • Proroga programma triennale pesca e acquacoltura; viene prorogato fino al 31 dicembre 2016 e rifinanziato per 3 milioni per il 2016.
  • Razionalizzazione enti; per aumentare l'efficienza dell'amministrazione e favorire l'accesso al credito delle imprese agricole, l'Istituto Sviluppo Agroalimentare (ISA) e la Società Gestione Fondi per l'Agroalimentare (SGFA) vengono incorporati nell'Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA);
  • Fondo macchine agricole; stanziati 45 milioni per il rinnovo delle macchine agricole. Il fondo, creato presso l'Inail, è destinato a finanziare gli investimenti per l'acquisto o il noleggio con patto di acquisto di macchine o trattori agricoli e forestali. La misura ha l'obiettivo di favorire l'innalzamento degli standard di sicurezza a favore dei lavoratori, l'abbattimento delle emissioni inquinanti e l'aumento dell'efficienza delle prestazioni.