Beta version

Lazio: parte lo Sportello Unico Agricolo

29/03/2011 | Realtà locali
– Fiocco rosa nell’agricoltura laziale. E’ stato varato dalla Giunta della Regione
ROMA – Fiocco rosa nell’agricoltura laziale. E’ stato varato dalla Giunta della Regione Lazio il nuovo Sportello Unico Regionale dell’Agricoltura. Approvando la delibera proposta dall’assessore alle Politiche agricole e alla Valorizzazione dei prodotti locali del Lazio, Angela Birindelli, l’ente attiva un servizio per facilitare la circolazione delle informazioni tra gli operatori del mondo agricolo laziale. “Lo Sportello Unico è uno strumento radicato sul territorio in grado di offrire un servizio immediatamente riconoscibile e facilmente accessibile – sottolinea l’assessore Birindelli. “Proprio per questo sarà organizzato sfruttando le strutture della Direzione regionale Agricoltura già presenti nelle province laziali. L’operato dello Sportello Unico sarà aperto anche a tutti quei soggetti, non direttamente coinvolti, che abbiano l’interesse di ricevere notizie circa l’agricoltura laziale e tutto il materiale ad essa collegato. Tutto questo per facilitare la consultazione dei materiali di interesse prospettando le notizie più significative a livello europeo, nazionale, regionale e locale, e proponendo anche soluzioni su alcuni argomenti ritenuti di particolare interesse quali l’agricoltura sostenibile, prodotti tipici locali, la condizionalità in agricoltura – conclude l’assessore. Sulla stessa linea il Commissario straordinario, Arsial, l’avvocato Erder Mazzocchi. “L’assistenza al mondo agricolo a tutto campo è la leva su cui l’amministrazione regionale del Lazio ha scommesso per riqualificare il settore in ogni suo aspetto – spiega l’avvocato. “L’introduzione di uno Sportello Unico dell’Agricoltura, voluto dalla delibera Birindelli, si dimostrerà un utile servizio per gli addetti ai lavori, proprio perché nasce dalla volontà di rendere migliore la loro attività sul territorio. Un buon viatico per riuscire nell’intento di costruire un feedback diretto, veicolando al meglio le politiche regionali in materia, puntando a rendere protagoniste le esigenze delle cinque province del Lazio. La tutela dell’agroalimentare passa anche attraverso una buona e corretta informazione, in grado di coinvolgere in maniera propositiva tutti gli attori della realtà agricola laziale – conclude Mazzocchi. Parole di entusiasmo anche dalla presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. “Si tratta di un’iniziativa su cui abbiamo puntato con decisione. L’esperienza del Psr ci ha insegnato che il sostegno, non solo economico, agli agricoltori è fondamentale oltre che per il sostentamento del comparto, anche per lo sviluppo di tutto l’indotto dell’agricoltura del Lazio. Obiettivo del nuovo Sportello è quello di diventare un luogo di informazione, comunicazione e assistenza per tutto il mondo dell’agricoltura, curando l’erogazione di servizi integrati a favore degli imprenditori agricoli e delle filiere agroalimentari, come anche di tutti gli operatori del mondo rurale”.