Beta version

Lavoro nero, anche l'agricoltura ne soffre

26/02/2015 | Agricoltura
La denuncia l'osservatorio "Placido Rizzotto"; si parla di 400.000 persone coinvolte

Sono circa 400.000 i lavoratori e le lavoratrici esposte al lavoro nero o grigio in agricoltura, di cui circa 100.000 esposti a condizioni di caporalato e grave sfruttamento paraschiavistico.  Lo denuncia uno studio condotto dall'osservatorio 'Placido Rizzotto' per conto della Flai Cgil e al centro del nuovo numero di A Sud'Europa, rivista del Centro Pio La Torre, presentata nell'Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie di Palermo, con l'assessore regionale Nino Caleca.

Secondo la Flai-Cgil, dall'introduzione del reato di caporalato sono 355 i caporali arrestati o denunciati, di cui 281 solo nel 2013. "L'Eurispes ha stimato il volume d'affari complessivo dell'agromafia in circa 14 miliardi di euro: solo due anni fa questa cifra si attestava intorno ai 12,5 miliardi - si legge ancora - in aumento anche l'incidenza del sommerso che in agricoltura, nei primi sei mesi del 2014, si attesta intorno al 32%”. Nel 2013 era il 31,7%, nel 2012 il 29,5. Vito Lo Monaco, presidente del centro studi Pio La Torre, ha parlato di "intrecci perversi ai quali non sono estranei sistemi mafiosi. Il controllo del sistema di trasporto su ruota nei mercati compreso quello di Vittoria, fattura 400 milioni di euro l'anno".

"L'Italia si sta per presentare all'appuntamento di Expo 2015 con un'agricoltura che nel definirsi 'di qualità', nasconde dietro di sé un'incidenza di oltre il 30% di lavoro nero o irregolare - si legge ancora nel numero - Esemplare il caso della Puglia: secondo la direzione regionale del Lavoro, nel 2013 è risultata in nero la metà dei lavoratori delle aziende sottoposte a ispezione. Tra le aziende agricole, la quota varia al 70% nella zona del Salento, al 54% nella provincia di Bari, al 40% in quella di Foggia. I settori in cui più è diffuso il lavoro sommerso sono anche quelli in cui è più elevata la presenza di lavoratori migranti. Aumenta il numero degli stranieri occupati in agricoltura, 42mila in più rispetto al 2010".