Beta version

Italiani, in pausa pranzo si mangia bio

26/10/2016 | Visioni
Lo indica una ricerca europea realizzata grazie ai buoni pasto

Che cosa mangiano gli italiani al lavoro? In pausa pranzo i lavoratori italiani preferiscono cibi a km zero e pasti salutari. Lo svela un’indagine realizzata in otto paesi (Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Italia, Portogallo, Slovacchia e Spagna) in collaborazione con Food, consorzio pubblico-privato europeo coordinato da Edenred, l`inventore del Ticket Restaurant, che ha lo scopo di sensibilizzare dipendenti e ristoratori sui vantaggi di una dieta salutare e bilanciata e sui rischi dell`obesità.

L'edizione 2016 ha coinvolto oltre undicimila lavoratori europei e quasi duemila ristoratori. Edenred ha reso noti anche i risultati di #myidealrestaurant, concorso svolto tra i ristoranti dei 42 Paesi dove sono diffusi i suoi buoni pasto e indetto dalla società per eleggere i locali dai menu più salutari tra quelli affiliati al suo network. Uno dei due vincitori del concorso internazionale è risultato il ristorante L`Ancora di Messina, primo nella categoria "informazione ai consumatori" e "pratiche ambientali".

Il locale è stato il più votato tra i lavoratori beneficiari dei Ticket Restaurant sia per i menu innovativi che presentano, oltre alle indicazioni sugli allergeni, anche i valori nutrizionali, le calorie, la tipologia di cibo (ad esempio vegano, vegetariano o rispettoso delle indicazioni di credi religiosi), sia per aver creato una app personalizzata dove il cliente può prenotare un piatto tra quelli offerti, scegliendolo in base al numero di calorie che vuole consumare per il pasto, ai suoi gusti e ad eventuali allergie. 

Il ristorante messinese è stato inoltre votato per il proprio progetto di alimentazione sostenibile che punta, da un lato, a ridurre l`impatto ambientale dell`attività di ristorazione migliorando le gestione degli scarti, dei resi e dei rifiuti e, dall`altro a servirsi di fornitori locali a KM 0 per la frutta, la verdura e il vino.