Beta version

Iniziativa della storica Società toscana di orticultura

23/07/2012 | Realtà locali
La visione social e digitale incontra l'esperienza accademica secolare.

La visione social e digitale incontra l'esperienza accademica secolare. Lo slogan in inglese affianca il motto in latino: il sito “Grow the planet”, nato da una start up, e la prestigiosa Società toscana di orticultura, la prima fondata in Italia nel 1853, danno il via a una stretta collaborazione. "Grow the planet mi sembra uno slogan potente per il futuro della terra - spiega il professor Alberto Giuntoli, presidente della Società toscana di orticultura - e come il nostro motto, ‘Honor campis et hortis’, rende omaggio all'uomo ‘agricolo e giardiniere’ e alle sue opere che nutrono il corpo e l'anima. La Società toscana di orticultura è quindi lieta di collaborare a questo comune obiettivo: far diventare il nostro mondo più verde e più vivibile. La nostra volontà di proseguire nella ricerca, sperimentazione e divulgazione si unisce bene con la forza innovativa, dinamica e digitale di Grow the planet. Il primo aspetto della collaborazione sarà quello di pubblicare sul sito estratti del nostro Bullettino, che accompagna felicemente la nostra società dal 1876 e che mi auguro troverà nuova forza e vitalità dall'incontro con la comunità di Grow the planet".

I professori, gli esperti agronomi, i paesaggisti della Società toscana di orticultura, che già avevano intrapreso la strada della comunicazione digitale attraverso il restyling del proprio sito e una pagina su Facebook, da oggi mettono le loro conoscenze a disposizione anche dei growers, gli ortisti digitali che ogni giorno si scambiano consigli, foto (ma anche ortaggi e semi) e caricano sul web la pianta del proprio orto per condividerla con gli altri. "Grow the planet è un sito, un canale di informazione, un social network, una piattaforma di apprendimento per chi cerca un nuovo rapporto con la terra e un'alimentazione più sana e consapevole - racconta Gianni Gaggiani, fondatore insieme a Leonardo Piras del sito pensato e sviluppato in Toscana ma che è ormai usato quotidianamente da utenti di tutto il mondo, tanto da attirare l'attenzione anche di Al Jazeera.

“Grow the planet” nasce da un'idea: unire le persone che vogliono autoprodurre ortaggi, creare una comunità, virtuale e reale, locale e globale, di appassionati (neofiti o esperti) e aiutarli attraverso strumenti semplici ma potenti e innovativi a coltivare, nell'orto o sul balcone. Anche chi ha poco tempo o poco spazio o vive in città può diventare un grower".

Informazioni: www.societatoscanaorticultura.it/detail.aspx?id=736.