Beta version

Inflazione, sale il livello dei prezzi delle verdure

05/02/2019 | Agricoltura
A causa delle gelate e della scarsità della produzione

Il livello generale dei prezzi al consumo in Italia cala, mentre quello delle verdure, in controtendenza, sale e di parecchio; si parla di un aumento del 6,7% rispetto allo scorso anno, dopo che la neve e il gelo hanno distrutto i raccolti e ridotto le disponibilità sui mercati.

L’anomalia climatica ha inevitabilmente un impatto anche sull’aumento dei costi di riscaldamento delle produzioni in serra e ha interessato altri Paesi europei e del Nord Africa, con la riduzione delle disponibilità. Diversa la situazione per le produzioni frutticole, sia quelle già raccolte, come mele, pere, kiwi, che quelle in fase di raccolta, come gli agrumi, con prezzi all’origine bassi, inferiori a quelli dello stesso periodo del 2018, o addirittura bassissimi nel caso delle clementine, su valori inferiori ai 20 centesimi di euro al chilogrammo.