Beta version

Imu agricola, stop per molti ma non per tutti

05/12/2013 | Agricoltura
Sembra che la seconda rata vada pagata per i terreni dati in affitto

La seconda rata dell’Imu agricola non si pagherà. Questa è la buona notizia ma non è l'unica. Il decreto recita infatti che non è dovuta la seconda rata dell’imposta municipale per «i terreni agricoli, nonché quelli non coltivati, di cui all’articolo 13 decreto legge n. 201 del 2011, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola » (lettera d) e per i fabbricati rurali a uso strumentale di cui all’articolo 13, comma 8, del decreto legge n. 201 del 2011 (lettera e).

Il comma 2 precisa che «l’agevolazione di cui al comma 1 non si applica per i terreni agricoli, e per i fabbricati rurali diversi, rispettivamente, da quelli di cui alla lettere d) ed e) del comma 1del presente articolo».

Insomma, l’Imu agricola sparisce, ma non completamente. Ad esempio,  sembra che la seconda rata vada pagata per i terreni dati in affitto. Attendiamo a breve ulteriori novità sulla spinosa materia