Beta version

Il pomodoro di Pachino igp fa bene alla salute

16/02/2016 | Salute
La notizia viene da uno studio pubblicato su Enpab

Migliora la pressione, induce rilassamento, favorisce la concentrazione e regola il flusso intestinale: il pomodoro di Pachino Igp riceve nuove attestazioni dalla comunità scientifica grazie alle sue proprietà nutrizionali d’eccezione, frutto di una combinazione delle condizioni di suolo, clima e acqua irripetibile in altri territori.

Le proprietà nutrizionali del pomodoro di Pachino Igp sono state vagliate attraverso la risonanza magnetica, come metodo di studio dei metaboliti: ”Le proprietà nutrizionali ed organolettiche del pomodoro di Pachino IGP- spiega la dott.ssa Arfò, biologa autrice dello studio -  dipendono dal metodo di coltivazione in serra, dalle acque di irrigazione, caratterizzate da una salinità compresa tra 1.500 e 10.000 μs/cm, dalla vicinanza del mare, che determina una mitigazione del clima ed una scarsa frequenza di gelate invernali, dalla temperatura e dall’intensità della luce solare. Questi fattori determinano un’elevata concentrazione di vitamina C (acido ascorbico), vitamina A, vitamina E, antiossidanti quali il licopene e i flavonoidi nel pomodoro di Pachino IGP. Da un confronto fatto con pomodori ciliegia provenienti da altre zone geografiche (alcuni addirittura provenienti da Pechino, in Cina) - continua la biologa Arfò -, è emerso che i pomodori di Pachino IGP avevano, rispetto a questi pomodori, elevate concentrazioni di zuccheri (glucosio e fruttosio), di alcuni amminoacidi (che sono i componenti delle proteine) e di GABA, un neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale, che si trova anche in molti vegetali, compresi i pomodori.

Numerosi studi hanno dimostrato che il GABA abbassa la pressione arteriosa sistolica (SBP), migliora l’apprendimento, induce il rilassamento e regola il flusso intestinale e viene considerato un composto funzionale importante per la salute”. Già altri studi, alcuni dei quali sono citati nell’articolo, hanno evidenziato una maggiore presenza di altre componenti nutrizionali, come il licopene, rispetto ai pomodori provenienti da altre aree. In particolare è stata riscontrata un’azione benefica verso la prevenzione di alcuni tipi di tumore, soprattutto quello alla prostata.

Tali riscontri si aggiungono alle attestazioni di gradimento che giungono dai consumatori e dai mercati europei, riconfermato anche dall’attuale edizione del Fruitlogistica di Berlino.