Beta version

I vini della Val d’Aosta a Courmayeur

28/02/2012 | Realtà locali
Royal Wine festival, a Courmayer. Il trionfo dei vini di montagna.

Brunet Piero, Cave du Vin Blanc Morgex e de la Salle, Chateau Feuillet, Colegato Carlo, Cooperative de L’Enfer, Clos Blanc, Di Francesco Nicola, Diego Curtaz, Feudo San Maurizio, Gerbelle Didier, Institut Agricole Regional, La Kiuva, La Ville, Les Granges, La Sorse, Le Triolet, Maison Agricole D&D, Maison Anselmet, Maison Vigneronne Grosjean, Moriondo Giulio, Noussan Franco, Ottin Elio, Pavese Ermes, Praz Constantin, Quinson Pierre Philippe, Teppex Manuel e Priod Fabrizio.

Sono soltanto alcune delle cantine valdostane, segno del ricco patrimonio enologico che può vantare la più piccola regione italiana. Per conoscere da vicino e in modo approfondito questa realtà, dal 13 al 15 aprile 2012 si svolgerà a Courmayeur (presso il “Grand Hotel Royal”), il “Royal Wine Festival”.

Oltre alla conoscenza del panorama enologico valdostano, si offre soprattutto la possibilità di apprezzare i “vignerons” che grazie all’amore per il loro territorio, dal clima e dalle condizioni geografiche difficili, ottengono un vino genuino e di alta qualità, come loro stesso amano ripetere. Questa gustosissima kermesse guiderà tutti i visitatori in un percorso degustativo, accompagnato da prodotti gastronomici locali, sulla Route des Vins, tra le vigne e le Cantine della Valle d’Aosta: Il ristorante gastronomico Petit Royal, invece, sarà il palcoscenico di una degustazione d’Oltralpe che vede come protagonisti 7 vini Bordeaux e 8 di Borgogna.

I Bordeaux che delizieranno i palati sono: Lafite (2007), Petrus (2006), Margaux (2006), Latour (2007), Cheval Blanc (2002), Yquem (1994), Leoville Las Cases (2005). I Borgogna invece saranno presenti con 6 rossi e 2 bianchi: Clos De Vouget (2007), Clos De Tart (2007), Clos De Lambrays (2008), Richebourg (2008), Grands Echezeaux (2007), per i rossi, mentre Corton Charlemagne (2007) e Batard-Montrachet (2005) per i bianchi.

Un evento di grande importanza, che ha attirato l’attenzione della Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori) , che in concomitanza del “Royal Wine Festival” organizza il concorso “Miglior Sommelier della Valle d’Aosta, Piemonte, e Liguria”. L’evento si svolgerà sabato 14 aprile e, oltre a valorizzare la figura del sommelier dal punto di vista delle capacità professionali del servizio, si pone anche l’obiettivo di analizzare le sue conoscenze del cibo e del vino nei differenti aspetti culturali che riguardano le forti relazioni con il territorio, la produzione e la trasformazione alimentare, il controllo della filiera produttiva e la certificazione di qualità, ma anche la storia e la cultura dell’alimentazione e della ristorazione, la convivialità e la comunicazione.