Beta version

I Musei del Cibo della provincia di Parma aperti durante i ponti

19/04/2018 | Realtà locali
Musei di Qualità costituiscono un circuito dedicato ai prodotti tipici

I prossimi ponti del 25 aprile e 1° maggio offrono una buona occasione per pianificare una visita al circuito dei Musei del Cibo della provincia di Parma. In questi giorni, infatti, i sei musei saranno eccezionalmente aperti: mercoledì 25 aprile con orario continuato dalle 10 alle 18; lunedì 30 aprile e martedì 1° maggio con orario normale.

Nei sei musei – Parmigiano Reggiano, Pomodoro, Pasta, Vino, Salame e Prosciutto di Parma è attivo il servizio di prenotazione e acquisto on line dei biglietti. È sufficiente andare sul sito www.museidelcibo.it (info pratiche, prenotazioni online) per pianificare la propria visita.

I musei - Musei di Qualità della Regione Emilia-Romagna - costituiscono un circuito dedicato ai prodotti tipici del territorio e sono collocati in splendide sedi espositive come dimore storiche o ex luoghi di produzione suggestivi. È il caso del caseificio della metà dell’Ottocento a pianta circolare a Soragna, unico al mondo o della “Corte di Giarola” a Collecchio, Grancia Benedettina risalente all’anno Mille, sorta lungo il tracciato della Via Francigena. E poi la Rocca di Sala Baganza della seconda metà del 1200, il trecentesco Castello di Felino e infine l’ex Foro Boario di Langhirano, ampia costruzione ad arcate in sasso e cotto.

È possibile assaggiare i prodotti rappresentati nei musei: a Soragna il Parmigiano Reggiano, a Langhirano la visita si conclude alla “Prosciutteria del Museo”, a Sala Baganza al termine del percorso museale si possono degustare i vini nell’enoteca nei sotterranei della Rocca, alla Corte di Giarola (Collecchio) ci si può fermare a pranzare nel ristorante della Corte.

Parma, capitale del gusto, insignita dall’Unesco del titolo di “Città creativa della gastronomia” e “Città della Cultura 2020”, offre molte possibilità ed esperienze artistiche, culturali e musicali, così come nella Food Valley, lungo le strade dei Musei del Cibo, si trovano luoghi di grande bellezza: castelli, cattedrali, pievi della Via Francigena, memorie verdiane, parchi naturali e stazioni termali.

I sei musei sono aperti il sabato, la domenica e tutti i giorni festivi fino all’8 dicembre (compreso).

Orario: Museo del Prosciutto (Langhirano), Museo della Pasta (Collecchio), Museo del Pomodoro (Collecchio) dalle 10 alle 18; Museo del Salame (Felino), Museo del Vino (Sala Baganza), Museo del Parmigiano Reggiano (Soragna) dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Info e biglietteria: tel. 0521 931800, martedì-domenica 9,30-18,30, info@museidelcibo.it