Beta version

Grosseto: seminario sulla valorizzazione delle lane autoctone

10/04/2012 | Realtà locali
Il progetto Med Laine, alla riscoperta delle filiere locali

La lana delle pecore da latte allevate in Maremma, Sardegna e Corsica è nobilitata ad uso tessile. E’ questa una delle caratteristiche più particolari ed innovative del progetto di cooperazione transfrontaliera “Med Laine” che ha già attirato l’attenzione di importanti marchi della moda italiana.

Il progetto sarà illustrato nel corso del seminario dal titolo “Valorizzazione delle lane autoctone, un’opportunità per il territorio”, in programma a Grosseto, venerdì 13 aprile, alle 15, nella Sala Pegaso di Palazzo Aldobrandeschi, in piazza Dante Alighieri 35.

Oltre al seminario, da venerdì a domenica 15 aprile, in sala Pegaso si terrà l’esposizione dei capi di abbigliamento della tradizione maremmana e sarda e i prodotti di arredo realizzati con le lane ottenute dalle pecore di razza appenninica, amiatina e sarda. L’esposizione si protrarrà fino a domenica 15 aprile con i seguenti orari: 10-12; 15-19.

Il progetto Medlaine, acronimo che sta per “Lana del Mediterraneo”, è stato avviato nel 2009 ed è cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo regionale. Coinvolge le Province di Sassari e del Medio Campidano in Sardegna, la Provincia di Grosseto in Toscana, le Province del Nord e Sud della Corsica. Attraverso le attività di studio, ricerca e animazione territoriale MED-Laine ha aperto il campo a un’effettiva ricostruzione e promozione delle filiere laniere locali, mediante la proposta di innovazione e valorizzazione di prodotti tipici e la ricerca di nuovi utilizzi nel campo della bioedilizia e della biomedicina.

Con il progetto vengono inoltre valorizzate le specie vegetali autoctone ad uso officinale, cosmetico e tintorio. Gli abiti e gli oggetti realizzati con le lane locali sono quindi colorati con tinture naturali che provengono da piante autoctone.

Infine il progetto punta ad incentivare il turismo educativo-didattico e culturale come veicolo di promozione delle risorse “no-food e food ad uso no-food” nei territori rurali. Crea, quindi, opportunità di sviluppo per le piccole e micro aziende agricole, tessili, e turistiche dell’area mediterranea valorizzando l’intera filiera: dalla raccolta, alla trasformazione, fino alla commercializzazione dei prodotti.

L’effetto positivo indotto nel mercato locale appare verosimilmente rilevante. Un indicatore dell’effettiva capacità di MED Laine di contribuire alla concreta valorizzazione delle lane locali è l’interesse dimostrato da una grande industria tessile italiana ad acquisire importanti quantitativi delle lane oggetto di studio e sperimentazione.

Ecco il programma del seminario: Leonardo Marras, Presidente della Provincia di Grosseto Enzo Rossi, Assessore allo Sviluppo Rurale della Provincia di Grosseto Enrico Daga, Assessore all’Agricoltura della Provincia di Sassari Pierpaolo Duce /Enrico Vagnoni Cnr-Ibimet Sassari Francesca Camilli Cnr –Ibimet di Firenze Stefano Predieri/Manuela Serena Drago Cnr-Ibimet di Bologna Silvia Ranfagni Università di Firenze Stefano Cocci, imprenditore tessile di Prato Tonino Serra, Designer docente della facoltà di Architettura Università di Sassari Ugo Valentini, Stilista.

A seguire gli interventi delle associazioni agricole, agrituristiche e dell’artigianato.

Informazioni: segrurale@provincia.grosseto.it, tel. 0564-484443.