Beta version

A Roma si parla di greening e biodiversità

14/06/2013 | Realtà locali
L'importante convegno promosso da Syngenta ed Elo

Il Multifunctional Landscapes Roadshow è arrivato a Roma. L’iniziativa intende sviluppare il dialogo sull’attuazione delle misure agroambientali (greening) previste nella Politica Agricola Comune (PAC), attualmente in fase di discussione al Parlamento Europeo.

L'evento è strutturato in due giornate di lavori.  Alla presenza di Maurizio MartinaSottosegretario di Stato alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e Luca Sani, Presidente Commissione Agricoltura, Camera dei Deputati,  Syngenta e ELO (European Landowners Organization) hanno inteso, nella prima giornata di lavori, focalizzare il dibattito e l’attenzione sui temi della biodiversità e sulla protezione delle risorse naturali, coinvolgendo sia il livello politico sia tutti coloro che, destinatari, metteranno  in pratica le misure. In tal modo, si vuole promuovere la condivisione e la concreta attuazione di soluzioni adatte alle condizioni locali e creare opportunità per il miglioramento della qualità dell’ambiente e della redditività agricola. 

Tra i progetti in linea con le misure di greening promosse a livello europeo, Syngenta ha sviluppato Operation Pollinator in 14 Paesi. Dal 2007 il programma è attivo anche in Italia. Considerato che più dell’80% delle colture europee dipendono dall’impollinazione effettuata dagli insetti, la proposta prevede di creare ambienti favorevoli alla biodiversità, gestendo aree poco produttive o marginali (come i bordi campo) e seminandole con essenze selezionate, ricche in nettare e polline.

Tali aree attirano e forniscono alimento agli insetti impollinatori e diventano un rifugio sicuro anche per piccoli mammiferi e uccelli. La validità del progetto è dimostrata dal miglioramento della resa e della qualità delle colture, riferisce Syngenta, legate a una maggiore impollinazione, e dalla tutela del suolo e delle acque. Il progetto si inserisce nell’ambito di misure agroambientali che in alcune regioni d’Italia sono finanziate dal PSR (Piano di Sviluppo Rurale).

All’evento principale seguirà, oggi, una visita in campo al Centro di Ricerca per la Patologia Vegetale (C.R.A) a Monterotondo, a pochi chilometri da Roma. Dopo una breve presentazione teorica, i partecipanti potranno così osservare l’efficacia delle soluzioni proposte durante il Roadshow, come i margini di campo, per migliorare la qualità e la quantità di insetti impollinatori con enormi benefici per l’ambiente e per la produttività agricola.