Beta version

Grecia, export trainato dall'ortofrutta

23/03/2017 | Agricoltura
I dati degli esportatori parlano di effetto traino sull'economia.

Bilancio più che positivo per le esportazioni greche di frutta e verdura nel corso dello scorso anno. Le vendite hanno generato più introiti rispetto agli altri prodotti agricoli, contribuendo così a migliorare le entrate del settore. Per le disastrate casse elleniche una boccata d’ossigeno.

Secondo i dati di Incofruit - Hellas, l’Associazione degli esportatori della Grecia, nel 2016 il Paese ha guadagnato due miliardi di euro dalle esportazioni di frutta e verdura (fresche e trasformate), vale a dire un importo di gran lunga superiore rispetto alle esportazioni di olio (681,3 milioni di euro) o di latticini/uova (592,85 milioni).

Rispetto al 2015, poi, le esportazioni di frutta e verdura sono aumentate del 22,8% in volume e dell’11,1% in valore; attualmente rappresentano il 32% delle esportazioni agricole totali. Al contrario, nel 2016 sono diminuite le importazioni, costituite principalmente da limoni, frutti tropicali (ananas, banane, datteri), mele e pere.