Beta version

Grano italiano, diminuisce la produzione

06/09/2018 | Agricoltura
Notizie non positive per la cerealicoltura nostrana

Che succede ai cereali italiani? Cresce la superficie coltivata ma calano le produzioni per i frumenti, con ulteriore calo per il mais. Le stime della campagna cereali 2017-2018 del Comitato commerciale ANB Coop/Isa evidenziano un’annata sfortunata per i frumenti, sia dal punto di vista meteorologico che in termini di disaffezione verso il mais.

Nel dettaglio, nonostante la crescita del 7% delle superfici seminate a frumento tenero (+15% nel Nord Est), le stime registrano un calo della loro produzione da 2,7 a 2,5 milioni di tonnellate. Crescono però i grani di forza che ora rappresentano il 35% degli ettari a tenero rispetto al 17% di tre anni fa e che si contraddistinguono per gli ottimi risultati in termini qualitativi e di resa.

Andamento simile per il grano duro: se le superfici sono cresciute del 2,6%, la produzione è fortemente calata da 4,2 a 3,7 milioni di tonnellate. In controtendenza il contenuto proteico, che mediamente ha raggiunto alti livelli con punte di oltre il 15% per i frumenti duri.