Beta version

Gelato artigianale, stagiona da incorniciare

06/10/2015 | Qualità
Gli italiani preferiscono le creme e le più vendute sono nocciola e cioccolato.

Sono 165 mila le tonnellate di gelato artigianale consumate in Italia nel 2014, quasi 3 kg di gelato a testa, per un giro d'affari piuttosto interessante, stimato in 4,7 miliardi di euro.

Oltre 41mila le imprese attive nel settore Bar Gelateria e Gelateria/Pasticceria (12mila le gelaterie pure); i dati sono resi quelli della Fipe-Federazione italiana pubblici esercizi. Per il canale Bar Gelateria - aggiunge Fipe - si calcola che il giro d'affari prodotto nel 2014 sia pari a 18 miliardi di euro e che il gelato pesi per il 12% sui ricavi complessivi, con 2,16 miliardi di euro. 

Ma l'offerta di gelateria e pasticceria non si esaurisce nell'ambito del canale bar: si stima infatti un ulteriore giro d'affari di 2,5 miliardi di euro per attività commerciali ed artigianali di Gelateria/Pasticceria.

Il business del gelato artigianale italiano vanta un indotto di 50mila addetti – continua la Fipe - e "conta su fattori di successo indipendenti dalla congiuntura economica, come la pluralità di occasioni di consumo e l'offerta di prodotti legati alla tradizione e alla loro genuinità, alla quale si aggiungono due tendenze: da un lato il moltiplicarsi delle gelaterie "trendy", dall'atro il diffondersi della "gelateria in rete", una serie di esercizi a marchio".

In quanto a gusti - conclude Fipe - gli italiani preferiscono le creme e le più vendute sono nocciola e cioccolato.