Beta version

Gelati artigianali: fragola e cioccolato “gelano” la crisi

11/07/2012 | Qualità
Il gelato batte la crisi: si può rinunciare a tutto, ma non a un buon cono.

Il gelato batte la crisi: si può rinunciare a tutto, ma non a un buon cono. A Roma sono 1.800 le gelaterie artigianali che possono contare su una grande varietà di ingredienti base, tipici del territorio: ciliegie di Palombara, ricotta romana, pesche tardive di Palestrina e marroni di Segni.

A ogni stagione il suo. E i romani apprezzano: circa 19 i chili di gelato consumato pro capite ogni anno nella Capitale, rispetto ai 12-13 degli altri centri urbani.

Per valorizzare questo prodotto, la Cna di Roma e il Centro servizi per i prodotti tipici e tradizionali, hanno organizzato una degustazione con una giuria speciale: dieci ragazzi tra i sette e gli undici anni, chiamati a esprimere le loro preferenze sul gelato e artigianale e industriale.

“Cna Roma sta lavorando per stabilire un disciplinare che regolamenti e individui le caratteristiche oggettive di un gelato artigianale – dice Roberto Pieri, responsabile di Cna Alimentare. “Al termine di questo percorso, il progetto è quello di creare una sorta di marchio identificativo di una gelateria artigianale, riconoscibile dalla vetrina”.