Beta version

Fuori Expo 2015: il turismo Plein-air svela la Toscana meno nota

14/09/2015 | Realtà locali
E’ un “menu” dedicato agli amanti del plein-air

E’ un “menu” dedicato agli amanti del plein-air, quello che potranno assaporare i visitatori del Fuori Expo Toscana dal 15 al 20 settembre a Milano: la Rete Toscana del Buon Vivere all’Aria Aperta, svela i propri segreti attraverso 7 itinerari nei luoghi più intimi e spettacolari della regione.

Ripercorrere antichi sentieri, dalla Via Francigena alle Vie del Sale, sostando a San Gimignano e Volterra, oppure scoprire Trequanda, con la campagna senese che avvolge dolcemente il paesaggio. Seguire le tracce lasciate dagli antichi Etruschi, nei borghi dell’entroterra come Carmignano e Signa, per arrivare alle terre della Val di Cornia, arrampicarsi a Fosdinovo, che dall’alto della sua fortezza domina tutta la Lunigiana, terra generosa di sapori.

E l’enogastronomia è il filo conduttore che accompagna il percorso di Fuori Expo: la bellezza dei paesaggi ritrova nei sapori intensi dei cibi e dei vini quella schiettezza e quella genuinità proprie della Toscanità: i pici senesi, le birre artigianali di Signa, i fichi secchi di Carmignano, gli sgabei di Fosdinovo, il prezioso olio dei Monti Pisani, ed i Vini che accompagnano e moltiplicano con le loro sfumature i sapori di una terra dalle tradizioni millenarie, dai vini Consorzio Doc Val di Cornia, al Vino dell’Associazione Vignaioli Volterra,

Il Buon Vivere è questo, e la Toscana decide di investire nel turismo plein-air, attraverso destinazioni che rappresentano la “toscana genuina”, uno stile di vita che riassume in sè desiderio di semplicità e di scoperta, nel pieno rispetto della natura e della sostenibilità ambientale.

Proposte di itinerari di turismo all’aria aperta, che si integrano ottimamente con le altre forme di turismo sostenibile, un volano di crescita per i territori economicamente più fragili, che contribuisce in modo significativo alla destagionalizzazione ed all’incremento dei flussi turistici nelle destinazioni meno note. La Rete Toscana del Buon Vivere, nata da un accordo tra piccoli Comuni di qualità, associazioni, soggetti privati, promuove ”l’essenza Toscana”, quel mix di emozioni, suggestioni e sapori che solo in questi luoghi si può ritrovare, lontano dai circuiti delle grandi città d’arte, immersi in paesaggi ricchi di arte, architettura e tradizione

Ogni giorno un percorso diverso, una scoperta inaspettata, ogni evento un’emozione: i Chiostri dell’Umanitaria accoglieranno le preziosità culinarie che da sempre accompagnano e rappresentano nel mondo la Toscana: itinerari che evidenziano quell’ancestrale rapporto simbiotico tra storia, uomo e natura, frutto di secoli di convivenza, che in questi luoghi sembra aver trovato un delicato equilibrio che ha saputo rinnovarsi anche nell’epoca moderna. Un ricco contorno di iniziative, convegni ed eventi arricchirà ulteriormente le giornate del Fuori Expo: show-cooking, degustazioni, spettacoli, esposizioni e laboratori.