Beta version

Emilia, arrivano le grandinate

24/04/2017 | Realtà locali
Agricoltura in difficoltà in tutta la regione

L’improvviso abbassamento delle temperature a livelli quasi invernali ha portato gelate estese nei campi coltivati dell’Emilia, e le grandinate hanno avuto effetti devastanti su vigneti, frutteti e ortaggi da Piacenza a Rimini, con una stima di oltre 30 milioni di euro di danni complessivi.

Mentre si stava ancora facendo il bilancio delle grandinate di Pasquetta che hanno sferzato frutteti, ortaggi, cereali e vigneti da Modena a Rimini passando per Bologna, Ferrara, Ravenna e Forlì Cesena, si sono aggiunte nelle ultime due notti le gelate che hanno “bruciato” le colture di ampi territori delle province emiliane, dal pomodoro alle viti, agli alberi da frutto.

Il maltempo ha colpito nel periodo più sensibile per le campagne, quando i primi tepori primaverili hanno risvegliato le piante rendendole più vulnerabili. Si tratta di un’anomalia che conferma i cambiamenti climatici in atto che in Italia si manifestano con ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi anche con il rapido passaggio dalla siccità all’alluvione, precipitazioni brevi e accompagnate anche da grandine con pesanti effetti sull’agricoltura.

Dopo l’aumento delle temperature di marzo, con situazioni di siccità su parte del territorio regionale a causa del dimezzamento delle precipitazioni, gli agricoltori speravano in una pioggia costante e leggera per dissetare le colture. L’arrivo di forti temporali e grandine seguiti da gelate hanno invece finito per aggravare i danni.

Photo credit to agronotizie.imagelinenetwork.com