Beta version

Embargo russo: persi 100 milioni di export alimentare

05/06/2015 | Normativa
Pesante il bilancio per diverse filiere agroalimentari

L'embargo stabilito dalla Russia verso alcuni prodotti alimentari provenienti dall'Europa, dopo le note vicende politiche, ha comportato la perdita diretta nel 2014 di circa 100 milioni di euro, con particolare riferimento alla frutta fresca (con un calo delle esportazioni verso la Russia del 40,6 per cento ed una perdita di 24,4 milioni), ai prodotti lattiero caseari e formaggi (con un taglio del 44,5 per cento delle esportazioni per una perdita di 19,1 milioni), alla carne ed ai suoi derivati (con una perdita di 17,1 milioni).