Beta version

Economia circolare a Milano

30/11/2015 | Visioni
La manifestazione "Giacimenti Urbani" offre uno stile di vita solidale e responsabile

Ogni anno nel mondo si sprecano 1,3 miliardi di tonnellate di cibo mentre ci sono 805 milioni di persone che soffrono la fame. È la grande contraddizione rappresentata dallo spreco alimentare: quello che buttiamo è quattro volte superiore a ciò che basterebbe per nutrire chi non ha abbastanza cibo.

Lo spreco di cibo è stato, insieme all'economia circolare, uno dei grandi temi della terza edizione di Giacimenti Urbani, manifestazione aperta dal 27 novembre, presso la Cascina Cuccagna di Milano (via Cuccagna 2).

Inserita nella Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, la manifestazione ha l'obiettivo di coinvolgere consumatori, istituzioni, professionisti e imprese sul valore ambientale, sociale ed economico nascosto tra i rifiuti. L'evento di inaugurazione (ore 17) sarà dedicato alla presentazione dei risultati della Milano Food Policy, che ha chiamato a raccolta esperti, istituzioni e cittadini per comprendere come la città si nutre e dove avvengono gli sprechi, per poterli prevenire.

La tavola della consapevolezza- La mostra permanente “Packaging: istruzioni salvacibo" è raccontata attraverso dei pannelli sullo spreco di cibo e sulle soluzioni adottate per ridurlo, che affiancano la tavola della consapevolezza, una lunga tavola interattiva alla quale sedersi per riflettere. E’ allestita nella Galleria di Cascina Cuccagna con i Consorzi Nazionali per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi CiAL, Comieco, Ricrea, Corepla, Rilegno.

Packaging e stili di vita- La funzione e l’uso del packaging in ragione dello stile di vita è stato l’oggetto dell’incontro di sabato 28, “Packaging tra acquisto consapevole e riduzione dello spreco di cibo: una sfida aperta .Oltre agli incontri e alle mostre permanenti sulla lotta allo spreco di cibo e sull'economia circolare, Giacimenti Urbani ospiterà anche il Market dell'up-cycling e quello dei materiali edili di recupero, laboratori, come quello per riparare le biciclette o realizzare sapone di Marsiglia fai da te, iniziative per bambini, come gli incontri per imparare attraverso gli origami come rispettare i mari o per costruire una wormbox per lombrichi e realizzare compost dagli scarti organici, e iniziative speciali, come “Porta una coperta per un senza dimora” in collaborazione con ViviMilano, il Banco delle mele brutte ma buone con il Consorzio Agrituristico Mantovano e la raccolta speciale degli apparecchi elettrici ed elettronici fuori uso, delle pile e dell’olio alimentare esausto, a cura del Centro Ambientale Mobile di AMSA.