Beta version

Dieta mediterranea, valori a tavola

10/05/2016 | Visioni
Recenti studi scientifici ne sottolineano i benefici per la salute: è l’Italian way of fooding

Da sempre espressione di valori, gusto e tradizione, mette d’accordo tutti, salutisti e golosi, spopolando in tutto il pianeta, fino alle tavole delle star. Secondo il 73% degli esperti l’Italian way of fooding, ovvero il connubio tra dieta mediterranea e italianità a tavola, rappresenta lo stile di vita più seguito a livello internazionale.

Celebrato dalle più autorevoli testate internazionali come The New York Times e The Washington Post, che recentemente ne hanno sottolineato i benefici per la salute, rappresenta una tendenza vissuta quotidianamente da sempre più persone. La dieta mediterranea, promossa dall’Unesco come Patrimonio Immateriale dell’Umanità , unita alla ricchezza sociale e culturale della convivialità della tavola italiana, sono i pilastri di questo stile di vita sempre più amato.

Tendenza confermata da una ricerca Doxa, da cui è emerso che per il 72% degli italiani la dieta ideale è quella mediterranea, mentre la dieta vegetariana o vegana (17%), iperproteica (11%) e low-carb (2%) sono meno apprezzate. I valori che ne hanno determinato il successo? La convivialità (81%), i valori della dieta mediterranea (74%) e gli aspetti legati al benessere (69%). Cultura sintetizzata dall’Italian way of fooding, lo stile di vita all’italiana che racchiude convivialità, valori della dieta mediterranea e alta qualità delle materie prime, descritta dagli esperti con un decalogo stilato ad hoc.

È quanto emerge da uno studio promosso dal Polli Cooking Lab, l’osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana, condotto elaborando i pareri di oltre 90 esperti tra nutrizionisti, chef e antropologi dell’alimentazione in occasione del CIBUS 2016 dove sarà presente la rete d’imprese Gradita, nata per diffondere l’Italian way of fooding e la dieta mediterranea nel mondo.

La dieta mediterranea e la convivialità della tavola italiana sono la nostra dieta tradizione e vanno promosse e salvaguardate perché così facendo non preserviamo solo la salute delle popolazioni mediterranee che l'hanno adottata da millenni, ma anche il loro background culturale ed ecologico.

Tra i valori espressi, la convivialità è centrale per quello che è il versante sociale della dieta mediterranea. La tavola è il luogo non solo dove si consuma il pasto, ma anche quello dove, di generazione in generazione, si trasmettono i valori alimentari. Non si tratta solo di mangiare bene quindi, ma anche di prestare attenzione alla qualità della vita.

Recentemente anche il Washington Post ha dato ampio spazio all’argomento, pubblicando uno studio del prof. Gianluca Tognon dell’University of Gothenburg in Svezia, che ha rilevato una diminuzione del 15% del rischio di obesità nei bambini che seguono il regime mediterraneo.

Anche il Time ha dato spazio ai benefici della dieta mediterranea: uno studio del dr. Emilio Ros dell’Ospedale Clinico di Barcellona pubblicato su JAMA Internal Medicine, ha rivelato per la prima volta che i benefici per chi segue un’alimentazione mediterranea valgono non solo per il corpo e la linea, ma anche per il cervello, con un significativo aumento delle capacità cognitive.

Ma quali sono secondo gli esperti i motivi del successo così diffuso a livello mondiale dell’Italian way of fooding? Se sul più alto gradino del podio c’è proprio l’aspetto della convivialità (81%), le ragioni della popolarità vanno ricercate nei valori e nei sapori della dieta mediterranea (74%)e negli aspetti legati al benessere (69%). Ma non è tutto, sono anche altri i valori fondamentali della tavola italiana che ne determinano il successo: molto citata è l’atmosfera tipica della tavola del Belpaese (61%), mentre a completare la top 10 la qualità del Made in Italy (59%), la condivisione (58%), la ricerca dell’eccellenza (55%), lo stil e unico (53%) e la tradizionalità di usi e costumi secolari (52%).