Beta version

Cibo, le famiglie tornano a spendere

11/12/2017 | Visioni
I consumatori italiani da gennaio a settembre hanno speso l'1,1% in più

La spesa delle famiglie italiane per i prodotti agroalimentari - rilevata attraverso il monitoraggio Ismea-Nielsen – ha fatto registrare nei primi 9 mesi del 2017 un incremento dell'1,3% rispetto allo stesso periodo del 2016.

L'aumento della spesa alimentare è un segnale positivo e molto indicativo, in quanto si tratta della seconda voce del bilancio familiare dopo l'abitazione. Federalimentare ha rilevato in questi giorni una crescita della produzione dell'industria alimentare a settembre 2017 di circa 3 punti percentuali, che sebbene maggiormente sostenuta dalla discreta accelerazione dell'export, trova riscontro anche in un miglior trend delle vendite al dettaglio.

Anche l’Istat nel mese di settembre ha dichiarato che le vendite al dettaglio "food" sono in netto aumento su base annua (+2,9% in volume) e che il dato relativo è al massimo degli ultimi 7 anni. 

Secondo gli ultimi dati Ismea-Nielsen, i consumatori italiani nel periodo da gennaio a settembre 2017 hanno speso circa l'1,1% in più per l'acquisto di beni alimentari e il 2,6% in più per le bevande (alcoliche ed analcoliche). 

Dopo la lieve contrazione del 2016 (-0,6% derivata dal -4,8% dei freschi e +1,8 dei confezionati), la ripresa della spesa alimentare nel 2017 è sostenuta non più solo dai prodotti confezionati (+1,4%), ma anche dai freschi (+1%).