Beta version

L’incanto dei castelli friulani in primavera

01/02/2013 | Realtà locali
Suggeriamo il castello di Strassoldo per le gite primaverili.

Per gli appassionati di storia, fantasia, creatività ed ambiente naturale un appuntamento da non perdere è certamente la suggestiva manifestazione “In primavera: fiori, acque e castelli” che da 16 anni si svolge puntualmente il week-end delle Palme nei castelli di Strassoldo, situati nella verde pianura friulana, a 20 chilometri da Udine poco lontano dal Mar Adriatico, tra l’antica colonia romana di Aquileia e la fortezza rinascimentale di Palmanova.

Il 23 e 24 marzo 2013 anche i singoli visitatori potranno visitare gli antichi saloni dei manieri ed i loro parchi secolari di risorgiva, assaporando l’atmosfera suggestiva del luogo, che conserva ancora intatto il suo fascino millenario. Già da mesi le proprietarie, infaticabili custodi di questi scrigni di storia, sono alle prese con la scelta meticolosa degli espositori e la preparazione dell’evento. I castelli, tuttora abitati e dotati di arredi originali, si trasformeranno in straordinari palcoscenici per la presentazione delle nuove collezioni di maestri artigiani, decoratori, antiquari ed artisti di talento, provenienti da ogni angolo d’Italia e dall’estero.

Il percorso espositivo si dipanerà attraverso i saloni privati dei due manieri ed all’interno di antichi edifici appartenenti al borgo castrense, come la cancelleria, il foledôr e la pileria del riso, nei quali gli espositori saranno ambientati sapientemente tra gli antichi arredi. Nei giardini del castello di Sopra verranno, invece, ospitati vivaisti con collezioni rose antiche, nostalgiche, inglesi, Delbard, hydrangee, cornus, viburni, deutzie, lillà, hybiscus, callicarpa, erbacee perenni, piante aromatiche ed insolite, alberi da frutta antiche, banani nani ed altre piante insolite ed articoli da giardino e per la casa, nel più perfetto stile country.

A contorno dell’iniziativa ci saranno visite guidate al parco, al borgo, angoli gastronomici ed un’interessante conferenza di giardinaggio tenuta dal dott. Daniele Altieri, che pur lavorando da anni in Inghilterra non si perde un’edizione delle affascinanti manifestazioni strassoldine. Situato su un luogo strategico sin dall’antichità, il complesso castellano di Strassoldo fu fondato probabilmente intorno al 1035 lungo l’antica via Julia Augusta, la strada romana che congiungeva Aquileia al Norico. Si ritiene però, che già esistesse un’opera fortificata in epoca ottoniana (per contrastare le scorrerie degli Ungari) e forse longobarda per presidiare questa parte di territorio contro la presenza bizantina nella laguna (Strassoldo si trova a 22 km dalla costa adriatica). E’ comunque certo che il complesso sia stato costruito da una famiglia germanica, in un sito non abitato e quindi privo di un nome romanzo (friulano). Il toponimo è infatti di origine tedesca, ricollegandosi alla ubicazione su di una strada (Strasse).

La famiglia originariamente deteneva il castello di Lavariano (sede di un’antica farra longobarda) e solo verso la fine del XII secolo abbandonò la sede originaria per fermarsi stabilmente nel castello costruito tra le acque di risorgiva a controllo della via per Aquileia. Gli Strassoldo, divisi in “quelli di Sopra” e “quelli di Sotto”, furono una delle prime famiglie di feudatari liberi, cioè stanziati in Friuli prima del 1077, anno della formalizzazione del potere temporale del Patriarca di Aquileia, e da allora mantennero il possesso dei manieri. L’insieme è oggi composto da due distinti corpi fortificati: il Castello di Sopra, raccolto intorno alla chiesa di San Nicolò, il Castello di Sotto con la chiesetta di San Marco.

I castelli furono oggetto di complesse vicende politico-militari. Nel 1381 furono investiti dalle milizie del Patriarca Filippo d’Alencon, nel 1499 furono sfiorati dalle scorrerie turche, per resistere alle quali fu ulteriormente munita di mura e torri nel 1500. In seguito furono rovinati dalle armate imperiali nel 1509, quando vennero assaliti dalle truppe appartenenti alla lega di Cambray, stretta tra imperiali e papato contro la repubblica di Venezia. Dopo un secolo la struttura fortificata subì importanti restauri (a seguito della costruzione della fondazione di Palmanova), configurandosi come attualmente si può apprezzare: suggestivo esempio di complesso fortificato trasformato in due residenze signorili, ricche di ricordi ed immerse nella pace di parchi secolari, lambiti da due fiumi di risorgiva. L’entrata alla manifestazione è a pagamento: biglietto unico di dieci euro per entrare negli interni dei due castelli, nel Foledôr, nella Cancelleria, nella Pileria e nel brolo/area vivaisti/parco castello di Sopra (il parco del castello di Sotto non é compreso). Bimbi fino a 5 anni gratis / 6-12 anni = cinque euro.

INIZIATIVE COLLATERALI: Sabato 23 marzo 2013: • Ore 18 - Conferenza del dott. Daniele Altieri (sede della Pro Loco, 1 piano) Sabato 23 marzo 2013 e domenica 24 marzo 2013:

• Visite al parco del castello di Sotto, guidate dalla co. Ombretta Strassoldo. Prezzo € 5 (non comprese nel biglietto manifestazione). Sia sabato che domenica ore 11 – 15 - 16.

• Visite guidate gratuite esterne al borgo dei castelli, con guida turistica autorizzata. Partenza: Porta Cisis (davanti ufficio Pro Loco) – Sia sabato che domenica ore 11 - 15 - 17.

• Angoli gastronomici nella corte castello di Sopra ed in vari punti del paese a cura di associazioni locali.

• Musica antica ispirata alla primavera negli interni Domenica 24 marzo 2013

• Ore 16.30 - Visita alla riserva Naturale “Il Natoc” (paseggiata di 1 ora) di pertinenza del castello di Sotto in compagnia di una guida naturalistica – Ritrovo davanti all’ufficio Pro Loco (Porta Cisis). Per informazioni: info@castellodistrassoldo.it

• Al tramonto (19.30): processione per le vie del paese, illuminato da torce e candele

Ristoranti locali (*quelli che offrono anche alloggio): - Bar H, via Gradisca, t. 347 7646471 - Trattoria “Al Cavallino”, Strassoldo, t.0431-93100 – Agriturismo “San Gallo” *, Strassoldo, t.0431-93039 - ”Rainbow-Sapori alla piastra”, Strassoldo, t.3395753886 - Agriturismo “Casabianca” *, SS Cervignano-Palmanova, t.0432-924723 - Ristorante “Forum Julii” *, Strassoldo, t.0431-93397/8 - Ristorante “La Rotonda” *, Cervignano d.Fr., t.0431-30751 - Pizzeria “Chichibio”, Cervignano d.Fr, t.0431-32704 - Ristorante “Cina” *, Strassoldo, t.0431-93354 - Trattoria “Il Quadrifoglio”, Privano, t.0432-928591 - "Dok dall'Ava", Palmanova Outlet Village, t. 0432-836488

Informazioni: info@castellodistrassoldo.it.