Beta version

Birra, sempre più made in Asia

01/02/2017 | Visioni
L'Europa è l'unico continente che ha diminuito la produzione

All'Oktoberfest di Monaco di Baviera, e anche nei pub inglesi, è sempre più facile bere un boccale di birra made in Asia. Dal 2009 infatti il primato della produzione mondiale di birra dalla vecchia Europa si è spostato in Asia che, con 598 milioni di ettolitri prodotti in un anno, resta leader nel settore. Lo rileva il "Rapporto Italia 2017" presentato da Eurispes. 

L'Europa, risulta essere l'unico continente - si legge nella ricerca Eurispes - in cui la produzione birraia diminuisce tra il 2008 e il 2015 dai 585 milioni di ettolitri ai 552, mentre gli altri continenti registrano la tendenza opposta.

Tra i Paesi produttori, precisa il Rapporto secondo una elaborazione dei dati Barth-Haas Group, al primo posto la Cina che da sola incide per circa un quarto (24,4%) della produzione globale della bevanda (472 milioni di ettolitri nel 2015). Al secondo posto gli Usa (11,6%), con 224 milioni di ettolitri e a seguire il Brasile (7,2% della produzione globale pari a 139 milioni di ettolitri). Al quarto posto la Germania che esprime il 5% della produzione globale, con 96 milioni di ettolitri.