Beta version

Biologico, conviene anche per il latte

26/09/2016 | Agricoltura
Se ne parlerà a Cremona, remunerazioni davvero interessanti.

Mercato in forte crescita, grande interesse e sostegno anche da parte della grande distribuzione, con remunerazioni superiori a quelle del comparto convenzionale. Vola lo sviluppo dell’agricoltura biologica, alla quale oggi in molti guardano come una possibile valida alternativa a fronte delle difficoltà che opprimono il settore primario. Una prospettiva oggetto di diversi appuntamenti in programma alla Fiera Zootecnica Internazionale di Cremona (26-29 ottobre). Nella mattina d’apertura affronteranno il tema da due punti di osservazione. L’area Milk Village ospiterà il confronto su “Latte bio: costi e opportunità”, mentre in sala Monteverdi si parlerà di mercato, opportunità e limitazioni offerte dal mondo del biologico.

Una via di salvezza- Sul versante del latte sono cencentrate  le maggiori aspettative, dato che – nel caso del bio – il prezzo medio alla stalla è mediamente superiore del 28% rispetto a quello convenzionale; con un best price che può anche superare i cinquanta centesimi al litro. E quella del latte bio è una strada da percorrere; oggi c’è la possibilità di avere ben 17 centesimi in più al litro (il gruppo Granarolo li sta offrendo) ma anche di godere delle remunerazioni decisamente interessanti dei prodotti trasformati (è il caso del Parmigiano biologico e non solo).

Photo credit to ecoballet.it