Beta version

Biologico avanti tutta

15/02/2019 | Agricoltura
Cresce nel mondo e cresce anche il ruolo dell'Italia

Il biologico dimostra ancora una volta di non essere una moda passeggera ma la dimostrazione che l’impegno per la salute dei consumatori e della terra è reale. Non accenna a diminuire, come confermano gli ultimi dati. lI 2017 è stato un altro anno da record; il biologico cresce per fatturato, numero di aziende e superfici coltivate. E lo dicono i numeri presentati dall'Istituto svizzero sull'agricoltura biologica (Fibl) e da Ifoam (International Federation of Organic Agriculture Movements), in occasione di Biofach, la fiera internazionale del bio in corso a Norimberga fino al 16 febbraio.

Dal rapporto The World of organic agriculture, si rilevano più di 92 miliardi di euro di fatturato complessivo nel mondo, 2,9 milioni di produttori e 69,8 milioni di ettari coltivati con i metodi dell'agricoltura biologica. E per fortuna il ruolo da protagonista dell'Italia continua. Il nostro paese vanta ottimi risultati su tutti gli ambiti: la produzione e le superfici coltivate, così come i consumi. Su tutto, due dati colpiscono maggiormente: l'Italia è il paese europeo con il maggior numero di trasformatori (ben 18.000) ed è seconda solo agli Stati Uniti come valore dell'export di prodotti biologici, che nel 2017 ha sfiorato i 2 miliardi di euro.