Beta version

Avezzano: nuovissime tecnologie per la macchina comunale

24/01/2012 | Realtà locali
Il Comune del grande centro abruzzese verso la digitalizzazione.

Avezzano punta di diamante dell’informatizzazione nella pubblica amministrazione. Obiettivo: ridurre i tempi di lavoro e il consumo di carta.

Comune sempre più informatizzato per migliorare la macchina burocratica, ottimizzare i servizi alle imprese e al cittadino e ridurre tempi di lavoro e il consumo della carta. E’ quanto sottolineano il sindaco Antonio Floris e l’assessore delegato Lorenzo De Cesare.

Spiegano: “Puntiamo ad utilizzare i nuovi sistemi telematici per rendere più rapida ed efficace l’azione amministrativa, snellire le procedure, semplificare l’accesso ai documenti e, nel contempo, mettere gli atti in rete, in tempo reale, eliminando gli archivi cartacei”.

Al via, ad esempio, il nuovo corso a Palazzo di città, dove il vecchio sistema delle determine cartacee ha lasciato spazio alla firma digitale. Un passo importante per una delle realtà a maggior tasso economico agricolo. Con il nuovo modello organizzativo i documenti saranno conservati nell’archivio informatico, risolvendo così il problema degli spazi con benefici per l’ambiente e per le casse del Comune.

La via telematica, infatti, abbatterà il consumo di carta, toner e stampanti e ridurrà notevolmente i tempi di lavorazione per il trasporto da un ufficio all’altro, l’archiviazione e la pubblicazione degli atti. Il primo atto della procedura ha interessato le determinazioni dirigenziali, mentre si sta lavorando per ampliare il campo alle delibere e successivamente a tutti gli altri documenti.

“Attraverso la digitalizzazione, oltre a un risparmio di tempi e materie prime - spiegano Floris e De Cesare - sarà possibile garantire maggiore trasparenza e celerità del processo amministrativo mettendo il cittadino, le imprese e gli operatori nelle condizioni di collegarsi via web con l’Ente e visualizzare gli atti in tempo reale”.

La firma digitale delle determinazioni dirigenziali, quindi, non rappresenta un punto d’arrivo dell’amministrazione comunale, ma un nuovo passo in avanti sulla strada dell’informatizzazione dell’intero sistema dell’Ente con obiettivo finale l’eliminazione, quanto più possibile, di atti cartacei nei flussi interni ed esterni da realizzare attraverso l’uso delle nuove tecnologie.