Beta version

Asiago: festa per i migliori formaggi d’alpeggio

11/07/2011 | Realtà locali
Sarà finalmente una festa pubblica a celebrare i formaggi vincitori del premio ai due migliori tra gli alpeggi soci dell’Asiago Dop.

VICENZA - Sarà finalmente una festa pubblica a celebrare i formaggi vincitori del premio ai due migliori tra gli alpeggi soci dell’Asiago Dop, produttori del formaggio di malga nelle varianti Vecchio (estate 2010) e Stravecchio (2009).

Giunto alla 5a edizione, il concorso esce dalle stanze delle sedi istituzionali, per coinvolgere tutti nella celebrazione del più pregiato e raro dei formaggi stagionati, permettendo a ciascuno di conoscere quegli allevatori “eroici” che conducono le proprie vacche libere nei pascoli durante i mesi estivi e che fra mille difficoltà producono quell’Asiago rigorosamente Dop che il Consorzio di Tutela, gli enti locali, nazionali e comunitari, i coltivatori diretti e gli appassionati sostengono con forza.

Solo a questo formaggio, una volta stagionato due anni, Slow Food ha concesso inoltre l’encomio del Presidio. L’appuntamento è stato per sabato 9 luglio 2011, alle 17.30, sotto il palco in piazza Secondo Risorgimento ad Asiago. Al termine della premiazione,  condotta da Alberto Marcomìni, uno dei più illustri esperti di formaggio in Italia e cultore delle produzioni casearie pregiate e di qualità, è stato offerto in degustazione a tutti i partecipanti un pezzetto di quello stesso formaggio Asiago Dop di malga ricavato dalle forme utilizzate dalla giuria del concorso per determinare i vincitori. 

Presenti i malghesi, il sindaco di Asiago, il dottore forestale Gianbattista Rigoni Stern ed i rappresentanti della Comunità Montana “Spettabile Reggenza dei 7 Comuni”. Prima del brindisi finale all’Asiago di malga, con il Vespaiolo Spumante Doc Breganze e con il Cabernet Savardo Dop Breganze della Cantina Beato Bartolomeo da Breganze,  un gustosissimo “fuori programma”: Raffaele Colucci e Giovanni Fiorillo, due pizzaioli casertani Doc, prepareranno in un forno a legna la “Pizza dell’Altopiano” di loro invenzione e messa a punto dal giornalista gastronomico Vincenzo D’Antonio. Su un morbido impasto alla napoletana, scaglie di formaggio Asiago Mezzano Dop, pomodorini del Piennolo del Vesuvio Dop e, ad uscita dal forno, una coperta di sottili fette di Speck Alto-Adige Igp e olio extravergine d’oliva.

Questa pietanza, a 150 anni dall’Unità d’Italia che si celebra quest’anno, unirà nuovamente in piazza ad Asiago il Nord ed il Sud attorno a ciò che di più prezioso il nostro bel Paese dispone: uno straordinario patrimonio di cultura e di sapienza alimentari ed una grandissima predisposizione alla condivisione ed alla convivialità. La manifestazione è organizzata dal Consorzio per la Tutela del Formaggio Asiago con il coinvolgimento del Comune di Asiago e della Comunità Montana “Spettabile Reggenza dei 7 Comuni”, che da quest’anno entrano ufficialmente a far parte della giuria che premierà il miglior formaggio di malga, insieme a rappresentanti di Slow Food, di Onaf, di Veneto Agricoltura e del Consorzio Formaggio Asiago.

Su Youtube è disponibile un video di presentazione: www.youcheese.tv.