Beta version

Arriva il contrassegno sicuro per l'olio italiano

12/02/2016 | Agricoltura
Unisce la tracciabilità del prodotto alla sua rintracciabilità lungo tutta la filiera.

Un «super contrassegno» sulle bottiglie aiuterà l'olio extravergine italiano a difendersi dalle ripetute frodi che lo colpiscono e che sottraggono al settore 1,5 mld di euro all'anno.

La notizia è fatta circolare dal Cno-Consorzio nazionale degli olivicoltori e dal Poligrafico e Zecca dello Stato che hanno messo a punto un contrassegno che certifica l'extravergine 100 per cento italiano. 

Si è dunque deciso di puntare sulla tecnologia per tutelare la produzione dop più importante dell’annata. Il sistema si basa su tre pilastri: stampa di sicurezza (contrassegno) per il riconoscimento del prodotto a tutela dalla contraffazione; tracciabilità mediante sistema informativo per fornire informazioni sui canali di distribuzione dei prodotti contrassegnati; rintracciabilità attraverso numerazione univoca presente sui contrassegni che, unita al codice di controllo, consente di conservare traccia della storia del prodotto etichettato.