Beta version

Arezzo Back in Time, la storia va in piazza

04/08/2016 | Realtà locali
Oltre 100.000 visitatori hanno affollato la città toscana

La storia esce dai libri e conquista il pubblico. Sono oltre 100.000 ivisitatori stimati per Arezzo Back in Time il primo grande evento multi-epoca realizzato in Europa che da venerdì 29 a domenica 31 luglio ha permesso a grandi e piccini di essere protagonisti del passato.

Un’invasione pacifica e festosa di pubblico ha partecipato alla 3 giorni no-stop durante i quali, 24 ore su 24, circa 1000 figuranti e 50 gruppi di rievocatori storici, hanno offerto un vero e proprio viaggio nella macchina del tempo tra giochi e spettacoli che si sono susseguiti senza sosta. Le gesta dei gladiatori e legionari della Roma repubblicana insieme al mondo etrusco sono tornate a vivere nell’anfiteatro, gli accampamenti medioevali con la vita quotidiana del tempo hanno trovato spazio ideale nei giardini della Fortezza mentre la meravigliosa piazza Grande ha accolto i fasti Rinascimentali con il Mercato nel Tempo e l’armeria di Palazzo di Fraternita. I bambini hanno potuto partecipare ai laboratori didattici e divertirsi con i giochi di quelle epoche mentre giostre, tornei, spettacoli di giullaria, sfilate di sbandieratori e musici hanno reso spettacolare la manifestazione.

“Costruire questo multi evento che in Europa per la prima volta viene proposto con tali modalità, è stato un lavoro impegnativo ma ben ripagato dall’attenzione dei media e del pubblico – ha affermato Alessio Bandini, direttore artistico della manifestazione –. Per tre giorni la storia è tornata ad essere viva. E questo grazie al lavoro di circa 1000 figuranti e 50 gruppi di rievocatori che hanno partecipato con eccezionale entusiasmo alla prima edizione di un appuntamento il cui successo ha superato ogni aspettativa”.

Una festa suggestiva arricchita dai banchi di artigiani e commercianti in abito storico, che con la collaborazioni delle associazioni di categoria hanno popolato “Le vie della storia”, collegando le diverse aree, con speciali punti a tema artistico ed enogastronomico.