Beta version

A Livigno si parla di arte e sostenibilità

24/01/2014 | Realtà locali
Le opere d'arte di Pistoletto saranno utili spunti di riflessione

Può l'arte aiutare a sviluppare il concetto di sostenibilità nella società civile? Di questo si parlerà durante un incontro in programma domani 25 gennaio dalle ore 16 all'interno del Terzo Paradiso a Livigno: l'installazione di Art in Ice Ri-evolution che si trova tra via Isola e via Fontana.

In questo spazio fino al 31 gennaio si potranno ammirare alcune opere di Pistoletto: il Terzo Paradiso di stracci, il tavolo specchiante Love Difference e i video di Nova Civitas. Numerosi gli interventi in programma in occasione della Tavola Rotonda, che prende spunto dalla visione artistica di Michelangelo Pistoletto sul futuro del pianeta e sulla sostenibilità ambientale.

Oltre all'artista, interverranno Mauro Del Barba (fondatore dell'Associazione 2020), Marina Cotelli (Assessore alla Cultura del Comune di Sondrio), Fabio Della Torre (Responsabile del Servizio Progetti e Realizzazioni della Società Stelline S.I. del Credito Valtellinese), Lionello Silvestri (Amministratore del Comune di Livigno) e molte altre personalità del territorio.

Parteciperanno anche i ragazzi della Scuola Media Aldo Moro di Livigno, che nel mese di gennaio hanno portato avanti i laboratori d'arte povera tenuti dalla professoressa d'arte Elisabetta Liguigli e Francesca Brusa.

È possibile prenotare le visite guidate all'installazione contattando Francesca Brusa all’indirizzo mail francibrusa@gmail.com. Ancora 10 giorni di tempo per visitare un’installazione unica e irripetibile,  il Terzo Paradiso e le opere di Pistoletto resteranno accessibili al pubblico fino al 31 gennaio.