Beta version

Alta Murgia, uso sociale di un bene confiscato alla mala

10/06/2015 | Realtà locali
Ad Altamura una masseria che ora opera per i giovani del luogo

Il bene, confiscato alla criminalità organizzata e gestito da un'Associazione Temporanea di Scopo, composta dall'Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù, dalla Rete di scuole "Più Scuola meno mafia" del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e delle Ricerca e da una Rete di scuole del territorio, divenuta sede di un centro polifunzionale che mira a coinvolgere, attraverso varie attività sociali e formative, giovani e meno giovani, realizzando così progetti d'impiego di beni sottratti alle cosche, ai sensi del D.Lgs.6 settembre 2011, n. 159.

Il progetto prevede la creazione di un Centro per il contrasto alla dispersione scolastica e per il supporto a giovani con disagio provenienti da istituti di recupero (detentivi, case di accoglienza) attraverso masterclass di gastronomia e showcooking; corsi di formazione di giornalismo enogastronomico ed enoturistico; special lesson e master brevi sull'igiene alimentare e la dieta mediterranea.