Beta version

Al via a Paestum la Borsa Mediterranea del Turismo archeologico

30/10/2014 | Realtà locali
Per 4 giorni il sito Unesco crocevia internazionale del turismo legato ai Beni culturali

Al via la XVII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, in programma fino al 2 novembre all’interno della città antica di Paestum: le suggestive location saranno le tre strutture geodetiche presso il Tempio di Cerere, il Museo Archeologico e la Basilica Paleocristiana.

“L’obiettivo è rendere protagonista il sito Unesco, con un Salone Espositivo unico al mondo, 50 convegni ed il Workshop con i buyers esteri nel Museo Archeologico” dichiara Ugo Picarelli, direttore della BMTA. L’evento, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio di Expo Milano 2015, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, UNESCO e UNWTO.

La Borsa si conferma un evento originale nel suo genere: sede dell’unico Salone Internazionale di Archeologia con la partecipazione di 130 espositori di cui 25 Paesi Esteri; luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo culturale ed al patrimonio; occasione di incontro per gli addetti ai lavori, per gli operatori turistici e culturali, per i viaggiatori, per gli appassionati; opportunità di business nella suggestiva location del Museo Archeologico con il Workshop tra la domanda estera proveniente da 12 Paesi (Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Norvegia, Olanda, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera) e l’offerta del turismo culturale (sabato 1 novembre ore 10-18).

Nel sottolineare sempre più l’importanza che il patrimonio culturale riveste come fattore di dialogo interculturale, d'integrazione sociale e di sviluppo economico, ogni anno la Borsa promuove la cooperazione tra i popoli attraverso la partecipazione e lo scambio di esperienze: il Paese Ospite Ufficiale 2014 è l’Azerbaigian.

Nei quattro giorni della Borsa, l’ANA Associazione Nazionale Archeologia, la CIA Confederazione Italiana Archeologi, i Gruppi Archeologici d’Italia e gli Archeoclub d’Italia saranno presenti con i propri associati provenienti da tutte le regioni per svolgere assemblee e convegni su tematiche di interesse professionale. Nell’ambito di ArcheoLavoro, le Università promuoveranno i Corsi di Laurea e i Master in Archeologia, Beni Culturali e Turismo Culturale sia nel Salone Espositivo, sia nella presentazione per gli studenti (giovedì 30 e venerdì 31 ottobre).

I Laboratori di Archeologia Sperimentale presenteranno la cultura antropologica e materiale dell’antichità attraverso la riproduzione delle tecniche utilizzate dall’uomo per realizzare manufatti di uso quotidiano. Inoltre, all’esterno delle strutture geodetiche, sarà presente l’area degli accampamenti. Il Premio Paestum Archeologia 2014 verrà conferito a Rai Cultura, al Dipartimento di Antichità Greche, Etrusche e Romane del Museo del Louvre e a Franck Goddio, Archeologo subacqueo e Fondatore dell’Istituto Europeo di Archeologia Subacquea.

La Borsa quest’anno ha inteso riproporre ai visitatori ArcheoTeatro: dalla riflessione che la location dell’area archeologica della città antica è palcoscenico naturale, si è inteso inserire nel programma una sezione ricca di iniziative (tra cui rappresentazioni teatrali itineranti, workshop di orientamento e formazione) a cura dall’Accademia Magna Graecia di Paestum con la direzione artistica di Sarah Falanga. Inoltre, venerdì 31 ottobre alle ore 16.30 al Tempio di Cerere, verrà rappresentato lo spettacolo teatrale “Dioniso e il suo corteo”.