Beta version

Al via in Lombardia il numero di emergenza unico europeo “112”

11/01/2013 | Realtà locali
Sottoscrita la Convenzione per l’attuazione del Numero di emergenza unico europeo ‘112’ (Nue 112) nella regione Lombardia.

Numero unico emergenze europeo 112. Il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri ed il presidente della regione Lombardia Roberto Formigoni hanno sottoscritto la Convenzione per l’attuazione del Numero di emergenza unico europeo ‘112’ (Nue 112) nella regione Lombardia.

L'accordo dà attuazione al Protocollo d’intesa, sottoscritto il 4 luglio 2011, per la realizzazione in ambito regionale del Nue 112 a seguito della positiva sperimentazione avviata nel 2010 e proseguita nel corso del 2011 nella provincia di Varese. Il Protocollo prevedeva l'estensione del servizio a tutto il territorio regionale tramite tre centri di risposta a Varese, Milano e Brescia secondo il modello del call center laico.

La Convenzione sottoscritta prevede la corresponsione all'Azienda regionale emergenza unica della somma necessaria all’attivazione ed al mantenimento in esercizio - per il 2012, 2013 e 2014 - delle tre centrali di risposta, comprensiva dei costi di riscatto alla scadenza di tutte le componenti tecnologiche ed infrastrutturali e di ogni altra spesa concernente l'attività oggetto dell'accordo.

La Convenzione, sottoscritta dal ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri e dal presidente della regione Formigoni, prevede pertanto per il triennio 2012-2014 l’attivazione del servizio nei centri di risposta di Varese, Milano e Brescia. Compresi nell'accordo, inoltre, i costi di riscatto alla scadenza delle componenti tecnologiche ed infrastrutturali.