Beta version

Al via il Kids Food Festival: il cibo a portata di bambino

15/11/2017 | Realtà locali
Giocare, imparare e divertirsi al Museo dei Bambini di Roma

Conoscere e diffondere la cultura del cibo, portandola all’attenzione dei bambini, attraverso il gioco e il divertimento. E’ questo lo spirito del “Kids Food Festival”, organizzato da Family Welcome domenica 3 dicembre 2017, dalle 10.00 alle 19.00, presso EXPLORA, il Museo dei Bambini di Roma.

Un’iniziativa che incontra l’interesse di grandi e piccini. Explora per l’occasione si trasforma in un paese dei balocchi, grazie ai numerosi eventi gratuiti, dove divertirsi e imparare cose nuove, consolidando sempre di più il suo avvicinamento al mondo delle famiglie.

Panel formativi, laboratori didattici per bambini e adulti, street food, area espositiva e degustazioni, tutto costruito attorno all’importanza della corretta alimentazione, dal punto di vista salutare ed etico ambientale.

Il cibo come ricchezza, come scambio, come cultura, in un clima di progettualità e condivisione famigliare, che guarda con resistenza all’approccio mordi e fuggi del consumo industriale. Un tema molto caro a tutti, che pone l’accento sulle nuove tendenze in fatto di nutrizione e si sofferma sulla riscoperta delle sane abitudini da non dimenticare mai. Ogni attività è pensata per rispondere in modo corretto alle esigenze d’informazione più sentite. Nutrizionisti e psicologi a disposizione dei partecipanti affrontano temi come l’allattamento, lo svezzamento, la nutrizione, la celiachìa e le implicazioni psicologiche di un errato rapporto col cibo.  

Ma il Kids Food Festival vuole parlare soprattutto ai bambini e lo fa utilizzando il linguaggio a loro più congeniale, il più diretto, quello che li fa divertire. Laboratori di cucina, cake design, pasticceria, coltivazione di piante aromatiche ed anche attività di show-cooking con la partecipazione della Chef stellata Cristina Bowerman, dove mettersi in gioco assieme ai genitori.

Un punto di partenza quello del Kids Food Festival, che vuole essere soprattutto uno stimolo per una riflessione più ampia, che potrà essere affrontata da adulti e bambini nella quotidianità di tutti i giorni.