Beta version

Agricoltura, ambiente e salute: all’Osservatorio dell’Appennino Meridionale si parla dell'emergenza di una azione pubblica integrata

31/03/2017 | Agricoltura
Il corso è giunto alla sua seconda edizione ed è rivolto a ben 180 frequentatori

E’ in programma per oggi, nella location del grande Salone Polifunzionale delle Residenze Universitarie del Campus di Fisciano, nel salernitano, il simposio dal titolo "Agricoltura, Ambiente e Salute: l'emergenza di una azione pubblica integrata", inserito nell’ambito della programmazione didattica del corso universitario in "Esperto di Legalità Agroambientale, istituito dall'Osservatorio dell'Appennino Meridionale, che è il polo di ricerca in materia agricola ed ambientale, partecipato dalla Regione Campania e dall'Università degli Studi di Salerno.

Il corso è giunto alla sua seconda edizione ed è rivolto quest’anno a quasi ben 180 frequentatori, ammessi dopo selezione pubblica, tutti già in possesso di diploma di laurea e provenienti da anni di esperienza professionale.

L’appuntamento vuole stimolare il dibattito sociale sulla necessità che a livello pubblico si radichi quanto prima una visione e lettura multidisciplinare e integrata delle dimensioni agricola, ambientale e sanitaria ai fini di ogni attività e misura che si rendano indispensabili per la prevenzione, la valutazione e la mitigazione dei rischi nonchè del contrasto e superamento delle emergenze.

La manifestazione sarà aperta dagli interventi introduttivi della prof. Mariagiovanna Riitano e del prof. Salvatore Sica, rispettivamente Presidente e Direttore dell’Osservatorio. I lavori saranno coordinati e conclusi dal dr. Luigi Cerciello Renna, co-direttore scientifico del corso.

Previsti gli interventi del Generale Sergio Costa, Comandante regionale Campania Carabinieri-Forestale, del dr. Mauro Esposito, Dirigente unità contaminanti ambientali dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, della d.ssa Marinella Vito, direttore tecnico dell’ARPA Campania, del dr. Bruno Gentile, dirigente sanitario consulente della Commissione regionale Speciale III “Terra dei Fuochi”, nonché, in collegamento via skype dagli Stati Uniti, precisamente da Filadelfia, del noto oncologo Antonio Giordano.