Beta version

Abruzzo, spesa fondi Ue, terza in Italia

12/12/2012 | Realtà locali
La regione ha speso quattro milioni in più rispetto all'obiettivo fissato dall'Unione europea, per scongiurare il rischio disimpegno.

Nell’anno 2012 la Regione Abruzzo ha speso per il settore agricolo, attraverso le misure del Piano di sviluppo rurale, oltre 45 milioni di euro: quattro milioni in più rispetto all’obiettivo fissato dall’Unione europea, per scongiurare il rischio disimpegno.

Un trend che si riconferma per il terzo anno consecutivo: la capacità di spesa ha prodotto nel triennio investimenti complessivi per oltre 376 milioni di euro. Le cifre sono state illustrate dall’assessore dell’Agricoltura della Regione Abruzzo, Mauro Febbo, nel corso della conferenza stampa convocata a Pescara.

Lo comunica, in una nota, la Regione Abruzzo. “Nuovamemte - ha detto Febbo - la Regione Abruzzo centra l’obiettivo di spesa stabilito per il Programma di Sviluppo Rurale. Siamo una delle regioni, la terza in Italia, che ha fatto registrare il risultato migliore a differenza di altre che rischiano di perdere i finanziamenti per le prossime annualità. La performances è stata raggiunta con netto anticipo rispetto alla scadenza del 31 dicembre 2012”.