Beta version

“Semetispsum 2011”: la celebrazione del viognier

12/08/2011 | Visioni
La capacità di creare vini straordinari e di condividere con la famiglia una vera passione per la musica..

LUCCA - Da Castagneto Carducci, Michele Satta ha dalla sua la capacità di creare vini straordinari e di condividere con la famiglia una vera passione per la musica.

Questa duplice qualità ha permesso di confermare il successo della seconda edizione di “Semetipsum avviene da Michele Satta”, portando nuovamente l’attenzione sul dialogo tra diverse unicità: il vino e la musica.

L’evento enomusicale d’autore creato da Michele Satta insieme alla moglie Lucia, è tornato anche per questo anno nel suggestivo scenario della loro cantina, proponendosi ai presenti come un’occasione plurisensoriale. Semetipsum avviene grazie alle contaminazioni tra diverse espressioni di gusto: così l’arte della musica esplora i sentimenti e la piacevolezza del gusto del vino di Michele Satta e si arricchisce di nuove sensazioni. Gli interpreti di questa serata, apparentemente diversi, si sono scoperti in realtà molto affini, entrambi portatori di una storia e capaci di narrazione, in una miscela di differenze che ha guidato gli ospiti in un percorso di altissimo livello. Michele Satta è, anche per questa sua voglia di trovare inconsueti legami culturali, un viticoltore capace di osare e la vinificazione in purezza del Viognier Semetipsum 2010, degustato per l’occasione, ne è la dimostrazione.

Un vitigno peculiare del Rodano settentrionale portato nel territorio di Bolgheri, difficile da coltivare e da vinificare, interpretato alla maniera di Satta, con maestria e passione assolute. Il carattere di questo vino regale, aromatico ed elegantemente profumato, è stato valorizzato proprio durante la seconda edizione di “Semetipsum” grazie alle musiche di Nils Petter Molvaer, musicista e compositore norvegese che ha improvvisato con la sua tromba lasciandosi guidare dalle suggestioni della cantina, della terra, del paesaggio. La rappresentazione sonora del temperamento di questo vino è stata completata dai giochi di immagini dell’artista Petulia Mattioli.

Il vino, selezionato appositamente per l’evento dalla Vigna Nuova, è stato imbottigliato in edizione limitata di 200 Magnum.