Applifish, ecco l’app che spiega il pesce

Si tratta per caso di una specie minacciata d’estinzione?

Si tratta per caso di una specie minacciata d’estinzione? Ve lo dirà Applifish, applicazione gratuita per telefoni cellulari, sviluppata dagli esperti della Piattaforma i-Marine per la conoscenza delle risorse ittiche e della biodiversità, che mette a disposizione, in qualsiasi momento, informazioni sulle risorse acquatiche.

Secondo il rapporto Fao “Lo Stato della pesca e dell’acquacoltura nel mondo 2012″ circa il 30% degli stock marini valutati nel 2009 erano sfruttati in eccesso. “Con Applifish i consumatori possono scegliere il pesce che non é a rischio d’estinzione, contribuendo a preservare le risorse per le generazioni future – dice Marc Taconet, Funzionario senior d’informazione sulla pesca della Fao e Presidente del Consiglio d’Amministrazione di iMarine – I consumatori possono anche usare l’applicazione per saperne di più sulle varie specie, sui livelli di cattura e sugli habitat, e quanto queste specie siano minacciate”.

iMarine è un consorzio mondiale di 13 istituti di ricerca , università e organizzazioni internazionali di tre continenti che gode di un finanziamento di 5 milioni di euro da parte dell’Unione Europea. L’applicazione è stata ideata nella forma di un libretto tascabile di conoscenze sull’ecosistema marino, consultabile con la semplice pressione di un tasto.

Offre informazioni di base su oltre 550 specie, dai nomi con cui sono comunemente conosciuti i pesci, alle loro dimensioni, alle mappe di distribuzione, oltre a mappe che segnalano le modifiche previste nella distribuzione di quelle specie a causa del cambiamento climatico.