Anche l’olio lucano diventa igp

Italia sempre più leader continentale, l’olio lucano va ad aggiungersi ad altri 300 prodotti nazionali.

L’Italia gioisce. Già leader continentale per numero di referenze protette (oltre 300), il record è destinato a crescere per via di quanto accaduto nelle ultime ore.

La Commissione europea ha infatti dato parere favorevole alla richiesta di registrazione dell’Olio Lucano nel registro delle indicazioni geografiche protette (Igp). L’olio extravergine di oliva “Olio Lucano” è prodotto chiaramente in Basilicata; è caratterizzato da un colore compreso tra il verde e il giallo, è fruttato medio, amaro medio e piccante medio, con note aromatiche di erba fresca, carciofo, pomodoro, mandorla e mela. Un vero compendio delle ricchezze regionali!

Più difficile, forse, sarà spiegare, agli italiani in primis, perché l’aggettivo relativo alla Basilicata è “lucano”. Il nome “Olio lucano” deriva dalla storia della Basilicata, il cui territorio attuale coincide con quello un tempo denominato Lucania, ovvero terra abitata dai Lucani, uno dei popoli Italici dell’epoca pre-romana.

L’elenco completo dei prodotti italiani protetti è consultabile qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 − 13 =