Alimentazione dei bambini, la mortadella a merenda

La scuola sta per iniziare e per i bambini sarà dura ricominciare. E’ importare ripartire con il piede giusto e un modo è sicuramente quello di avere una sana e nutriente alimentazione.

La scuola sta per iniziare e per i bambini sarà dura ricominciare. E’ importare ripartire con il piede giusto e un modo è sicuramente quello di avere una sana e nutriente alimentazione. È necessario far sì che i bambini considerino la merenda come una buona abitudine e fare in modo che essi si accostino maggiormente alla “buona alimentazione” ed alla tradizione, di cui i salumi sono un pilastro.

La merenda è un piccolo pasto, deve fornire il 5-7% dell’energia che serve durante il giorno. “ Mangiucchiare” continuamente tutto il giorno è sbagliato, così come sono sbagliati gli eccessi ai pasti. Una merenda che “ricarica” è invece utile, ed è fondamentale fornirla ai bambini al momento giusto.

È importante evitare di consumare quotidianamente snack, sia dolci che salati, che apportano un eccesso di calorie, di acidi grassi saturi, di conservanti e che non saziano a sufficienza. Una soluzione alternativa ma pur sempre appetibile, e anche nutriente, può essere costituita invece da pane e mortadella: merenda che sazia e…piace.

Elisabetta Bernardi, nutrizionista con specializzazione nella nutrizione dello sport:precisa che “Un piccolo panino con 30 grammi di Mortadella Bologna IGP apporta circa 170 kcal , proprio il 7% del fabbisogno del bambino attivo e associamo in tale modo un buon apporto di carboidrati complessi, proteine di ottima qualità e lipidi per lo più insaturi, i migliori per proteggere la nostra salute. Apportiamo inoltre vitamine del gruppo B, che intervengono nel metabolismo energetico. Da non dimenticare in più l’apporto di ferro, fosforo e zinco. Inoltre per esempio un panino con la mortadella (porzione 30 g) si colloca sicuramente tra le merende a minor costo, dimostrando quindi un ottimo rapporto valore nutrizionale/prezzo”.

Profilo Nutrizionale, secondo dati del Consorzio Mortadella Bologna:

Proteine. La mortadella apporta proteine di ottima qualità, perché ricche di amminoacidi essenziali.

Ottimi valori di vitamine del gruppo B. Una porzione di mortadella, quindi 50 g, presenta per tutte la fasce di popolazione valori di vitamina B1, B2, B3 compresi tra il 15% ed il 27% del RDA e buoni valori di vitamina B12. Tali vitamine rivestono un ruolo fondamentale nel metabolismo, partecipando alle reazioni che liberano energia.

Sodio. Tra i salumi la mortadella ha il contenuto di sodio più basso (253 mg/50g). Buona presenza di fosforo, ferro e zinco. Per i bambini in età scolare (7-10 anni) una porzione da 50 g va a coprire 9% del RDA del fosforo, il 7,8% del ferro e vi è un interessante apporto di zinco, che copre il 5,7% del RDA. Il ferro, il fosforo e lo zinco sono sicuramente elementi di cui si ha un elevato fabbisogno nei periodi di rapida crescita.