Alimentazione, cosa non può mancare sulla nostra tavola

In questi giorni di emergenza troviamo utile segnalare i risultati di alcuni studi sul cibo, anche al fine di conoscere e codificare meglio le nostre abitudini alimentari.

In questi giorni di emergenza troviamo utile segnalare i risultati di alcuni studi sul cibo, anche al fine di conoscere e codificare meglio le nostre abitudini alimentari.

Tra le pietanze più presenti, tutti i giorni, sulle nostre tavole compaiono frutta e verdura (consumate più volte al giorno dal 40% e dal 39% degli italiani).  Seguono pane, pasta, riso e patate (23%). Emerge dalla ricerca “Prevenzione e Stili di vita” curata da Nomisma per UniSalute. La ricerca evidenzia come il  64% degli italiani non rinuncerebbe mai all’olio extra vergine di oliva, ingrediente principe della dieta mediterranea

Seguono le verdure di stagione, irrinunciabili per il 53% degli intervistati, il sale per il 25% e non manca chi non potrebbe farcela senza caffè (18%), o senza le spezie (5%). La cucina quale gli italiani non rinuncerebbero mai è quella regionale italiana, indicata dal 91% degli italiani. E il piatto? La pizza, altro grande classico immancabile per il 65% degli italiani.

E’ sottolineato infine che il 32% degli italiani adotta stili di vita corretti, con un occhio di riguardo verso ciò che mette a tavola.