Alcol, arrivano le sanzioni per l’incoraggiamento al consumo

Le bevande alcoliche non potranno recare indicazioni che riguardino la salute, al fine di non compromettere le politiche nutrizionali mirate a limitare il consumo di drink alcolici.

Le bevande alcoliche non potranno recare indicazioni che riguardino la salute, al fine di non compromettere le politiche nutrizionali mirate a limitare il consumo di drink alcolici.

E’ quanto prevede uno schema di decreto legislativo approvato oggi, su proposta del Ministro per gli affari europei, Enzo Moavero Milanesi, e del Ministro della giustizia, Anna Maria Cancellieri, in Consiglio dei ministri. Sullo schema di decreto legislativo che definisce le sanzioni per chi violi quanto previsto dal Regolamento 1924/2006 in materia di indicazioni nutrizionali e sulla salute su prodotti alimentari, precisa una nota del Consiglio dei ministri, verranno acquisiti i pareri della Conferenza Stato-Regioni e delle Commissioni parlamentari competenti.

Divengono comportamenti sanzionati l’impiego falso, ambiguo e fuorviante di tali indicazioni, nonché di quelle incomplete o che determinino incertezza, l’incoraggiamento al consumo eccessivo, i suggerimenti contrari alle regole della salute, lo sfruttamento di timori del consumatore.